15:40 28 Marzo 2020
Italia
URL abbreviato
0 12
Seguici su

Sotto sequestro tre traghetti della Caronte&Tourist per gravi carenze che non rendevano sicuro il trasporto marittimo. Indagati i vertici della società.

Navi con "gravi carenze tecniche e strutturali", che non garantiscono la sicurezza nel trasporto di persone e veicoli.E' quanto emerso dalle indagini, coordinate dalla Procura di Messina, sulla società Caronte&Tourist, che effettua i collegamenti marittimi di Sicilia, Calabria e Sardegna. 

In seguito all'inchiesta, i finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della città dello stretto e di Palermo, hanno sequestrato 3 navi traghetto della Caronte&Tourist. Si tratta della Pace, la Caronte e l'Ulisse, impiegate nei collegamenti La Maddalena/Palau, Trapani/Isole Egadi e Palermo/Ustica. Oltre ai traghetti, è stato disposto il sequestro di beni mobili e immobili, quote societarie e denaro, per il valore di oltre 3,5 milioni. 

I reati ipotizzati a carico della compagnia sono quelli di truffa per il conseguimento di pubbliche erogazioni, falso ideologico e frode nelle forniture pubbliche. Sono stati iscritti nel registro degli indagati Sergio La Cava, 56anni, consigliere e amministratore delegato della 'Ngi Spa'(incorporata nel 2017 da Caronte & Tourist Isole Minori Spa)e legale rappresentante della 'Maddalena Lines Srl' (partecipata nel 70% dalla Ngi Spa ed armatrice della "Pace"), Luigi Genchi, 55 anni, consigliere e amministratore delegato della Ngi Spa, Edoardo Bonanno, 48 anni, amministratore delegato di Caronte & Tourist Isole Minori Spa e Vincenzo Franza, 55anni, presidente della Caronte & Tourist Isole Minori Spa.

La società Caronte & Tourist Isole Minori Spa è stata segnalata per responsabilità amministrativa derivante da reato. 

 

 

Tags:
Palermo, Messina, Italia, Sicilia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook