01:01 09 Aprile 2020
Italia
URL abbreviato
0 03
Seguici su

E' di 35 mila tonnellate il bilancio dei colpi effettuati dalle bande delle gomme, gruppi criminali che imperversano nel napoletano, in Lazio ma anche in Nord Italia. Gli pneumatici rubati vengono poi rivenduti su internet al 20% in meno del prezzo sul mercato.

Casoria, Portici, Ercolano, ma anche Gaeta, Pomezia, Latina e le provincie di Brescia e Varese, è in queste aree che le bande delle gomme commettono abitualmente le loro razzie. Ogni notte i gruppi entrano in opera smontando i copertoni delle auto, che i poveri padroni delle vetture ritrovano il mattino del tutto privi di ruote. 

I ladri, secondo quanto riferito al quotidiano Libero la Polizia di Stato, agiscono in piccoli gruppi. Uno fa il palo, uno solleva l'auto con un mattone a mo' di cric e gli altri due o tre portano via le ruote. Il giro di copertoni rubati è molto florido e avviato. Gli esperti hanno valutato in 35 mila tonnellate la quantità di gomme rubata in una anno. Il "bottino" viene rivenduto a sui siti dei vari mercatini dell'usato su internet o sui social.

Un vero e proprio mercato nero delle ruote, rivendute a prezzi stracciati. Su questa piaga è scesa in campo anche la politica. Il consigliere della Regione Campania Francesco Emilio Borrelli, del partito dei Verdi, ha chiesto maggiori controlli e l'installazione di telecamere. 

"E' un'emergenza senza fine. Si tratta di un fenomeno che seguiamo da tempo e che sta dilagando ovunque. E' venuto il momento di istituire una task force per pattugliare le strade e avere più controlli da parte delle forze dell'ordine", ha dichiarato.
Tags:
Polizia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook