18:03 21 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
101
Seguici su

"L’alleanza civica del Movimento 5 Stelle ha ufficialmente presentato le liste dei propri candidati al Consiglio regionale della Calabria", ha affermato in un post su Facebook il candidato governatore pentastellato Francesco Aiello.

Il Movimento Cinque Stelle ha presentato ufficialmente le liste dei suoi candidati al Consiglio regionale della Calabria in occasione delle prossime elezioni, che come in Emilia-Romagna si svolgeranno domenica 26 gennaio 2020. Questo appuntamento elettorale potrebbe essere decisivo anche per capire quale possa essere il futuro del governo giallorosso, in difficoltà dopo gli screzi sulla manovra e le dimissioni "natalizie" del ministro dell'Istruzione Lorenzo Fioramonti (Cinque Stelle), e dopo la sonora sconfitta elettorale in Umbria dello scorso autunno, con il successo del centrodestra e della candidata della Lega Donatella Tesei. Va comunque sottolineato che sia il leader del M5s Di Maio sia il segretario del Pd Zingaretti hanno dichiarato pubblicamente che il governo andrà avanti.

In Calabria i Cinque Stelle correranno da soli, ponendosi come "l'unica alternativa al sistema dei partiti" responsabili dei problemi che affliggono la regione.

"Nelle tre circoscrizioni elettorali della Calabria, la nostra coalizione civica è presente con la lista e il simbolo del Movimento 5 Stelle e con la lista e il simbolo di Calabria Civica, con l’obiettivo di rappresentare l’unica alternativa al sistema dei partiti, che in Calabria ha fatto salire la disoccupazione, affossato il Servizio sanitario regionale, gestito la cosa e la spesa pubblica in maniera molto spesso clientelare, così determinando condizioni di dominio criminale, di sottosviluppo, di spaventoso degrado del territorio, di disperazione, di povertà e sofferenza spaventose, con il conseguente aumento dei viaggi della speranza per lavoro e cure altrove", si legge nel post.

Aiello ha sottolineato la scrupolosa valutazione dei profili dei candidati, per offrire agli elettori "persone coraggiose, libere e capaci che non hanno affiliazioni ai partiti, alla criminalità organizzata e ad associazioni segrete, vietate dalla legge."

Nella parte conclusiva del post Aiello rivendica la correttezza della scelta del MoVimento di correre da soli in Calabria.

"Ci presentiamo al giudizio degli elettori con la consapevolezza d’aver rifiutato la corte dei partiti e di loro istrioni, d’aver compiuto una scelta netta per il bene comune e non per l’interesse di quei comitati di potere individuati e perseguiti dalle Procure."

Tags:
elezioni regionali, Italia, Calabria, M5S, Movimento 5 Stelle
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook