00:13 09 Aprile 2020
Italia
URL abbreviato
120
Seguici su

Strada della paura, Elisa e la figlia di 9 anni viaggiavano in auto lungo la provinciale del Parco dei Casentinensi quando una pioggia di sassi li ha travolti. Solo la sua freddezza ha compiuto il miracolo.

Doveva raggiungere i parenti in Romagna Elisa, ma qualcosa di inaspettato durante il viaggio ha sconvolto per sempre la sua vita e quella della figlia di nove anni che viaggiava sul sedile posteriore. Elisa proveniva da Bibbiena e percorreva la strada dei Mandrioli attraversando il Parco nazionale foreste casentinesi, quando una pioggia di sassi le è piovuta sull’auto sfondando il parabrezza. Attimi di vero terrore, ma Elisa ha reagito fredda pensando alla figlia che viaggiava dietro, non si è fermata, ha continuato la sua corsa e nonostante alcune pietre l’avessero ferita alle mani e al volto e al capo, è riuscita a superare la frana e a fermarsi in un’area di sosta d’emergenza.

Il suo primo pensiero la figlia, si volta e lei sta bene. Quindi nota un mezzo della Provincia con una ruspa e degli operai, Elisa prova ad attirare la loro attenzione urlando e suonando il clacson, ma quelli, pur notando l’auto con il parabrezza sfondato dalla violenza dei sassi, le hanno fatto un gestaccio e sono andati oltre.

L’aiuto per Elisa è giunto dal marito, chiamato da lei con lo smartphone che le tremava tra le mani. Finalmente è arrivato il 118 di San Piero e i Carabinieri, che hanno soccorso lei e la figlia impietrita dallo choc.

Elisa ha raccontato al quotidiano La Nazione di avere avuto paura di morire in quegli attimi in cui sull’auto le piovevano sassi, per fortuna, nonostante le ferite, l’epilogo per lei e la figlia di 9 anni è stato positivo.

Correlati:

Indonesia, sale a 31 il bilancio delle vittime della frana nella Giava Occidentale
Turchia: una frana provoca l’esplosione di un gasdotto
Maxi frana sulla provinciale del passo Gavia in Valtellina
Tags:
frana, Auto
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook