00:10 09 Aprile 2020
Italia
URL abbreviato
0 22
Seguici su

Aumenta il numero di italiani che passa il Natale in crociera. Il Mediterraneo è la meta più ambita. Due città italiane, Genova e Civitavecchia, tra i primi 5 porti al mondo per le partenze.

Il 4% in più degli italiani passerà il Natale in crociera. A dirlo è l'Osservatorio di Ticketcrociere, che segnala l'aumento di prenotazioni rispetto al 2018 per le due settimane del periodo Natale-Capodanno, che racchiude le partenze fra il 18 e il 31 dicembre. 

Il Mediterraneo resta la meta più ambita, scelto dal 38% dei turisti, seguito dai Caraibi al 22% e dal Medio Oriente 21%. Tra gli itinerari new entry, quest'anno è boom del Sud America, il 247% in più rispetto al 2018. Bene anche il Medio Oriente, con gli Emirati Arabi che trainano con il 40% in più delle prenotazioni rispetto al Natale passato. 

Sempre meno appeal, invece, il classico Natale ai Caraibi, che subiscono un calo prenotazioni del 13%, mentre resta pressoché stabile la crociera sul Mediterraneo (+1%). 
Due città italiane fra i cinque porti di imbarco principali nel mondo: Civitavecchia e Genova assieme a  Miami, Dubai e Buenos Aires.

Cresce la richiesta di lusso

Più si parte, meno si spende. In calo infatti il prezzo medio per cabina. Rispetto al 2018 c'è un risparmio medio di 200 euro (il 5% in meno) rispetto al 2018. Il prezzo medio di una cabina passa da 4.532 euro a  4.295 euro. A prezzo inferiore corrisponde un aumento della richiesta di lusso, l'11% in più secondo Nicola Lorusso, amministratore di Ticketcrociere. «Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, aumentano del 6% i crocieristi italiani che scelgono le cabine interne  Dall'altra parte continua a crescere la richiesta di lusso. Il 41% dei crocieristi, comunque, sceglie ancora la cabina interna, più economica.

Tags:
Capodanno, Natale, vacanze, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook