12:15 23 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
101
Seguici su

A novembre in città l'acqua alta aveva toccato quota 187 cm, il livello più alto dal 1966, quando si era arrivati addirittura a 194 cm.

Per la mattinata odierna sono nettamente peggiorate le previsioni relative al livello della marea per la città di Venezia.

Stando a quanto riportato dal Centro maree del Comune, l'acqua salirà fino a raggiungere punte di anche 150 cm intorno alle ore 09:40 del mattino.

"L'onda di sessa (il movimento oscillatorio del Mar Adriatico, ndr) non presenta la usuale attenuazione. Possibile massimo di 145-150 cm alle ore 09:40", si legge nella nota diffusa dal Centro.

In questi minuti alcuni centri di rilevamento marittimo hanno segnalato che il livello delle acque, in mare, ha già raggiunto i 147 cm ed è in aumento anche per quanto riguarda la città, attestandosi attorno ai 115 cm.

I danni dell'acqua alta a Venezia

A novembre, a causa del maltempo e della fitta pioggia, l'acqua alta, fenomeno abituale a Venezia, ha raggiunto il livello record di 187 cm, il secondo più alto dal 1966, quando fu raggiunta addirittura quota 194. 

Particolarmente ingenti i danni inflitti dalle intemperie alla Basilica di San Marco, dove l'acqua ha raggiunto 110 cm d'acqua, mentre la cripta è stata completamente sommersa.

© Sputnik . Alessandro Rota

Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, in precedenza ha dichiarato che i danni ammontano ad almeno 1 miliardo di euro.

Nei giorni della pesante inondazione, l'ambasciata italiana nella Federazione Russa è riuscita a raccogliere donazioni per un valore complessivo pari ad 1 milione di euro, donate da cittadini russi che hanno deciso di intervenire attivamente per far fronte all'emergenza che si stava vivendo nella Serenissima.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook