03:29 11 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
211
Seguici su

I migranti avrebbero affrontato una traversata di circa una settimana. Della loro accoglienza si occuperanno la Caritas e il comune di Castrignano del Capo.

Nella notte, a Santa Maria di Leuca, in provincia di Lecce, circa 30 migranti sono stati soccorsi dalle unità della Guardia di Finanza, dei Carabinieri e della Guardia Costiera dopo che la barca a vela sulla quale si trovavano era finita in difficoltà a ridosso del lungomare Cristoforo Colombo.

L'imbarcazione, infatti, si era incagliata tra gli scogli, venendo sballottata dalle acque, con la costa salentina sferzata dal vento forte e il mare ingrossato.

Una volta intercettati i migranti, sul posto è intervenuta anche la Croce Rossa che ha constatato delle condizioni di salute piuttosto precarie, con diverse persone in evidente stato di ipotermia e provate dalla traversata, che sarebbe durata 7 giorni.

Ad occuparsi delle immancabili operazioni di accoglienza saranno ora la Caritas e il comune di Castrignano del Capo. 

Nonostante il periodo poco adatto, viste le temperature più basse, continua il flusso di migranti che, specialmente dal Nord Africa si imbarcano per raggiungere le nostre coste.

Ieri, altri 50 naufraghi erano stati salvati nel Mediterraneo dalla nave Ocean Viking, l'imbarcazione di Sos Mediterranee e Medici Senza Frontiere, all'indomani dell'appello del Papa per svuotare i centri di detenzione per migranti in Libia.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook