20:59 24 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 12
Seguici su

Siriano rapisce la figlia da scuola per la seconda volta, succede a Milano. Iniziata con ritardo la caccia all'uomo, ci si domanda come sia stato possibile. Bambina rientrata in Italia solo a novembre.

Una bambina di 11 anni è stata rapita per una seconda volta dal padre, Maher Balle, per condurla con sé in Siria. L’uomo aveva già rapito la prima volta la bambina nel 2016, anche allora nel mese di dicembre, facendone perdere le tracce per ben tre anni.

La bambina è stata riportata in Italia appena il 28 novembre scorso dopo una delicata operazione di intelligence internazionale. Balle si è presentato nella scuola media che si trova in zona di Porta Romana a Milano, dove la bambina frequenta il primo anno e, senza che nessuno gli abbia posto obiezioni, ha preso la figlia in consegna e si è allontanato con lei. Una testimone riferisce di averlo visto con un paio di valigie.

Mentre ci si pongono numerose domande sul come sia potuto accadere che quest’uomo non fosse vigilato e come abbia potuto avere o ottenere il permesso legale di prendere in custodia sua figlia dalla scuola, sono scattate le ricerche, anche se con ritardo.

Mariana Veintimilla, di 53 anni, ecuadoriana, e madre della undicenne si era separata da Balle alcuni anni fa perché uomo violento e fanatico. Mariana lancia un appello perché venga ritrovata sua figlia, il cui cellulare è spento, come lo è quello del padre.

La signora ha denunciato subito il fatto ed è ripresa la caccia all’uomo, ma ciò che ora preoccupa tutti sono le intenzioni del siriano.

Un provvedimento non ancora emesso

Dietro una storia così assurda, c’è probabilmente un divieto del giudice non ancora comunicato alla scuola, o un errore della scuola che, pur avendo ricevuto il divieto dal giudice di non consegnare mai la bambina al padre, lo ha fatto.

Ricerche partite in ritardo

Le ricerche sono partite con un’ora di ritardo perché Bolla ha prelevato la figlia da scuola con un’ora di anticipo, dandosi così il tempo di allontanarsi indisturbato. La madre, infatti, si è recata a scuola come al solito alle 14:00 per prelevare la figlia e portarla a casa.

Acquisite dalla Polizia le immagini delle telecamere collocate nell’area in prossimità della scuola, serviranno a ricostruire gli spostamenti di Bolla per capire dove si sta dirigendo.

Aeroporti e stazioni ferroviarie sono state allertate, Bolla non può quindi lasciare il Paese attraverso vie di comunicazione e di trasporto ordinarie.

Correlati:

Foreign fighters, individuati 12 sospetti da maxi operazione Interpol in 6 Paesi
"In Siria 12 prigioni con i foreign fighters sono rimaste sguarnite" - ministro Difesa russo
Turchia, ad Ankara arrestati almeno 20 foreign fighters dell'ISIS
Tags:
rapimento, foreign fighters, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook