10:40 23 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
304
Seguici su

L'Italia si dota di un Piano per l'innovazione tecnologica e digitale da attuare entro il 2025. Lo ha presentato il ministro per l'Innovazione tecnologica Paola Pisano.

L’innovazione digitale come asset strategico per lo sviluppo dell’intero sistema Paese. Il ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, Paola Pisano, ha presentato il piano 2025 per la digitalizzazione dell’Italia.

Un piano che parte dalla formazione degli italiani, giovani e anziani, un progetto che vuole cogliere “l’ultimo momento che abbiamo a disposizione per immaginare il futuro che desideriamo e farlo nostro attraverso l’adozione consapevole della tecnologia”.

Una tecnologia a misura d’uomo, “integrata con la società sotto i profili etico, sociale, economico, ambientale e biologico”. Scrive il ministro Pisano nel Piano di 30 pagine scaricabile dal sito del Ministero dell’innovazione.

Una Italia che ha “il dovere di cogliere i benefici della quarta rivoluzione industriale” per il futuro lavorativo delle nuove generazioni, richiamati dalle sirene di Paesi esteri capaci di innovare molto più di noi.

Un piano per fornire “ai lavoratori le competenze per i lavori del futuro” e attraverso cui formare “le nuove generazioni per prepararle al mondo che li aspetta”.

Le 20 azioni del Piano 2025 per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione

Il Piano 2025 presenta le 20 azioni che il Governo si è prefissato da qui al 2025, per traghettare l’Italia di oggi nell’era del digitale e in generale dell’Industria 4.0 (la quarta Rivoluzione industriale).

Borghi del Futuro è l’idea “di trasformare 10 borghi italiani in tre anni in autentici borghi del futuro nei quali concentrare tutte le tecnologie emergenti disponibili facendone luoghi dove mettere in mostra e valutare l’impatto dell’innovazione sulla società”.

L’intelligenza artificiale al servizio dello Stato, in abbinamento con i big data, dovranno aiutare i decisori pubblici a fare “scelte sempre più consapevoli, gestendo in maniera efficiente una serie di procedimenti amministrativi”.

Il diritto a innovare è uno dei punti del piano 2025 e sancisce per le iniziative imprenditoriali innovative il diritto a realizzare i propri progetti senza essere ritardati da “norme, regole, divieti e processi burocratici complessi”.

Correlati:

Olografia digitale: una realtà ai limiti della fantascienza
Peskov: Sessione annuale domande e risposte di Putin includerà innovazioni tecnologiche
Tecnologia, Prisma lancerà un nuovo e innovativo social network
Tags:
Innovazione
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook