08:47 26 Gennaio 2020
Italia
URL abbreviato
2 0 0
Seguici su

Secondo i dati registrati da Arera, il passaggio al mercato libero sta aumentando in Italia, ma molti clienti non sfruttano la possibilità di ottenere sconti in bolletta attraverso le attivazioni online.

L’Arera, l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente, pubblica il ‘Monitoraggio retail 2018’ e rende noto che i passaggi al mercato libero aumentano, “ma persistono le criticità”. Vi è anche una tendenza da parte dei clienti a preferire il prezzo fisso, ma molti non sono al corrente o non sfruttano la possibilità di ottenere sconti in bolletta attraverso le attivazioni online.

Quasi la metà degli utenti ha abbandonato il regime di tutela per aderire al mercato libero delle offerte legate all’energia. Il 46,5% dei clienti domestici (13,7 milioni di persone) hanno lasciato la maggior tutela, mentre le piccole aziende che hanno aderito al mercato libero sono il 59,1% (4,1 milioni).

Per quanto riguarda il gas, a dicembre 2018 risultava che la metà dei consumatori si trovava nel mercato libero.

Le migliori offerte sono online

Arera rileva che le offerte migliori sono proposte online sui siti degli operatori di energia elettrica e gas. Tuttavia, solo il 3,4% dei clienti del settore elettrico e il 2,6% del settore gas hanno aderito a un nuovo contratto servendosi del canale web.

L'uso dei canali online permetterebbe di evitare di pagare i costi più elevati che Arera ha rilevato nella migrazione dal mercato a maggior tutela, al mercato libero.

Il portale offerte dell’Autorità è a disposizione dei cittadini per verificare le migliori offerte del momento: www.ilportaleofferte.it. Attivo anche il servizio gratuito dell’Arera, al numero 800 166 654, sportello per il consumatore energia e ambiente.

Fine del mercato tutelato

Dal primo luglio 2020, terminerà definitivamente il mercato delle tariffe tutelate. La decisione è stata presa con la legge 4 agosto 2017, 124. I consumatori sono quindi tenuti a scegliere un fornitore di gas e luce con contratto nel mercato libero entro tale data. Se ciò non avverrà, il cliente sarà comunque tutelato ma sarà sollecitato a trovare una offerta contrattuale nel mercato libero.

 

Correlati:

Mosca discute con Baghdad la cooperazione nel settore dell'energia elettrica
Energia, italiana Renco costruirà centrale elettrica in Armenia
Francia e Italia vogliono rinunciare al carbone per generare energia elettrica
Tags:
energia elettrica, Energia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik