04:35 28 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
1105
Seguici su

Il Gip di Siena ha respinto l'istanza di sequestro del profilo su Twitter del docente universitario Emanuele Castrucci, ritenendo che il tweet in cui si elogiava il dittatore tedesco è "solo una rilettura storica e apologetica della figura di Hitler".

Non sarà sequestrato il profilo su Twitter del professore universitario di Siena, che aveva fatto esplodere l'indignazione del web e dell'opinione pubblica, oltre che lo sdegno bipartisan del mondo politico.

In quel tweet con la foto di Hitler e del suo cane, in cui il professor Emanuele Castrucci dava voce al Führer del Terzo Reich, facendogli dire "vi hanno detto che sono stato un mostro per non farvi sapere che ho combattuto contro i veri mostri che oggi vi governano dominando il mondo" e in un altro tweet in cui lo definiva "difensore della civiltà europea" mancherebbero i presupposti del reato di propaganda e istigazione all'odio razziale per il giudice per le indagini preliminari di Siena, la dottoressa Roberta Malavasi. La notizia è riportata dal quotidiano La Nazione.

Niente elementi concreti, solo una rilettura storica e apologetica della figura di Hitler, secondo l'interpretazione del Gip.

Con questa decisione di fatto è stata smontata la base portante della richiesta della Procura, che aveva chiesto mediante la polizia postale di fermare il profilo social del professore di Filosofia del Diritto, riferendosi all'articolo 604 bis del codice penale.

Ricordiamo che la Procura di Siena ha aperto un'indagine nei confronti del docente, per l'ipotesi di reato di propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale etnica e religiosa, aggravata da negazionismo. 

Reazione del procuratore capo di Siena

Dalle colonne de La Nazione, il procuratore capo di Siena Salvatore Vitello ha commentato la sentenza.

"Pur rispettando la decisione del gip, noi dissentiamo da questa interpretazione. Ritenendo che ci sia istigazione all’odio razziale, con la foto di Hitler che è un’ulteriore prova a sostegno. Quel tweet è stato poi rimosso dal professore. Per questo presenteremo ricorso al tribunale del Riesame chiedendo il sequestro del profilo".

Nonostante le polemiche e il provvedimento di sospensione dall'attività didattica preso in via cautelare dell'Università degli Studi di Siena, Emanuele Castrucci ha continuato a pubblicare tweet come se nulla fosse, non nascondendo le sue simpatie politiche. l’ultimo tweet è la riproposizione di un’intervista al filosofo romeno Emile Cioran, studioso di Martin Heidegger, filosofo tedesco che ai tempi aveva sostenuto Hitler.

Il tweet di elogio ad Hitler

Sui social erano scoppiate le polemiche dopo che Emanuele Castrucci aveva pubblicato un tweet con la foto di Hitler e il suo cane, accompagnato dal seguente testo:

"Vi hanno detto che sono stato un mostro per non farvi sapere che ho combattuto contro i veri mostri che oggi vi governano dominando il mondo."

Alle critiche arrivate dagli utenti indignati, il docente aveva così replicato:

"I gentili contestatori del mio tweet non hanno compreso una cosa fondamentale: che Hitler, anche se non era certamente un santo, in quel momento difendeva l'intera civiltà europea".

Tags:
giustizia, Toscana, Siena
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook