22:34 24 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Il presidente dell’Inps Pasquale Tridico è tornato a commentare il caso che ha scosso l'opinione pubblica e rappresentanti delle istituzioni, relativo alla richiesta shock di risarcimento alle sorelle orfane Lojola.

Il presidente dell'Inps Pasquale Tridico è tornato sul caso delle due ragazzine di Marina di Massa rimaste orfane dopo che la loro madre, Cristina Biagi, è stata uccisa dal loro padre Marco Lojola, che poi si è tolto la vita. L'istituto di previdenza aveva chiesto loro 124mila euro di risarcimento, soldi che in realtà avrebbe dovuto versare il loro padre, ma essendosi suicidato, il debito si è scaricato sulle figlie in base alla legge italiana.

La richiesta di risarcimento deriva dalle spese sostenute dall'Inps a beneficio di un 54enne, che rimase ferito con 6 colpi di arma da fuoco sparati dallo stesso Marco Lojola in quanto ritenuto amante della sua ex moglie.

Dopo numerosi appelli, anche dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, particolarmente colpito dalla vicenda, l'Inps ha fatto sapere che non riscuoterà la somma.

"Mi sembra evidente che in questo caso le vittime sono le figlie. Eppure la burocrazia ha finito con il far ricadere su di loro, in quanto eredi, la responsabilità di un padre omicida.....Non dite mai più che l'Inps è una sanguisuga, non avremmo mai dato esecuzione all'atto" e quell'atto emesso dall'Inps "era un atto dovuto, necessario per evitare la prescrizione". 

Tridico ha spiegato in un'intervista al Corriere della Sera che se non avesse inoltrato la richiesta, sarebbe stato chiamato a rispondere di danni erariali.

Nell'intervista ha poi raccontato una dolorosa vicenda personale, per certi versi simile alla tragedia che ha colpito le sorelle Lojola.

"Mia sorella è stata uccisa da suo marito" e tutto è successo "quando io ero ancora ragazzo, e quando omicidi così orribili non si chiamavano ancora femminicidi, non esisteva il termine".

Tags:
Sergio Mattarella, Società, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook