17:16 08 Luglio 2020
Italia
URL abbreviato
161
Seguici su

L'alluminio da cucina può essere dannoso per la salute. Iniziativa del ministero della Salute per insegnare il corretto uso del materiale, dopo il caso sollevato da Striscia la Notizia.

L’alluminio da cucina è un fedele alleato di chi cucina e spesso è usato per conservare i cibi da portare fuori casa, come al lavoro o in gita. In pochi sanno che l’alluminio va usato correttamente altrimenti può diventare nocivo per la salute di chi lo utilizza.

Pochi giorni fa, il ministero della Salute è intervenuto sull’argomento con una campagna informativa dal titolo ‘L’alluminio è molto utile in cucina. Usalo correttamente per tutelare la tua salute’.

L’iniziativa del ministero è scaturita dall’inchiesta di Striscia la Notizia avviata circa due anni fa, e che a più riprese ha riportato l’attenzione delle autorità e degli utilizzatori sulla questione. Durante la puntata di Striscia la Notizia del 9 dicembre 2019, il programma preserale di Canale 5 ha riacceso i riflettori sull’argomento.

Video consigli del ministero della Salute

Il ministero della Salute ha distribuito via YouTube un video con sette consigli d’uso dell’alluminio da cucina. Il video lo riproponiamo qui sotto.

Tra i consigli forniti, il ministero esorta a verificare che l’alluminio sia idoneo al contatto con alimenti fortemente acidi o fortemente salati. Bisogna verificare se l’alluminio è destinato al contatto diretto con alimenti a temperature refrigerate; controllare se l’alluminio acquistato può restare a contatto con gli alimenti per più o meno di 24 ore.

Perché l’alluminio da cucina può far male?

L’alluminio da cucina a contatto con cibi molto acidi o salati, fa migrare particelle di alluminio sul cibo, che se ingerito in alte quantità, può danneggiare la nostra salute.

Anche la pratica di usare l’alluminio per preparare cibi al cartoccio in forno è potenzialmente dannosa, perché il processo di cottura altera l’alluminio facendolo migrare in piccole quantità sull’alimento. In questo caso bisognerebbe evitare il contatto diretto tra alluminio e l’alimento.

Il problema non è l’assunzione di alluminio in sé, ma l’alta concentrazione nel corpo che può diventare dannosa.

A chi può fare male l’alta concentrazione di alluminio?

Il ministero della Salute ricorda che “nei soggetti sani il rischio tossicologico dell’alluminio è limitato per via dello scarso assorbimento e della rapida escrezione” attraverso le feci.

Tuttavia ci sono dei gruppi di popolazione che devono porre particolare attenzione, poiché sono più vulnerabili alla tossicità orale dell’alluminio:

  • anziani,
  • bambini sotto i 3 anni,
  • soggetti con malattie renali,
  • donne in gravidanza.
I materiali in alluminio con ‘l’effetto barriera’

Le raccomandazioni del Ministero, non si applicano a quegli oggetti in alluminio rivestiti da uno strato protettivo che crea un effetto barriera tra l’alimento e l’utensile da cucina stesso. Ma va ricordato che lo strato protettivo nel corso del suo utilizzo potrebbe venir via.

Correlati:

Si chiama Vantablack2 ed è magico: non riflette la luce e fa galleggiare l’alluminio - Video
Parigi, si ritrova un Cimabue da 6 milioni in cucina. L'appello di Sgarbi: "Lo compri lo Stato"
Pisa, trovati ruggine e blatte nelle cucine dove si prepara il cibo per le mense scolastiche
Tags:
Cucina, alluminio
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook