03:59 07 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
133
Seguici su

Si cominciano a contare i danni dell'intensa ondata sismica che nella notte ha colpito la zona del Mugello, in provincia di Firenze.

La forte attività sismica registrata nella notte nella zona del Mugello, in provincia di Firenze, ha causato diversi disagi per la popolazione locale.

La prima conseguenza evidente è il danneggiamento di diversi edifici, con le persone che sono scese in strada, spaventate dalla caduta di calcinacci che hanno spinto alcuni abitanti a chiamare per effettuare dei sopralluoghi presso le proprie abitazioni.

Anche il traffico ferroviario è stato sospeso nel nodo di Firenze, per delle verifiche tecniche sulle linee. Disagi anche per l'Alta velocità nella tratta tra Firenze e Bologna, che risulta ad ora completamente bloccata.

Come misura di sicurezza preventiva in quasi tutti gli istituti scolastici del Mugello sono stati chiusi, come annunciato dal responsabile della Protezione civile del comune di Firenze, Girolamo Bartoloni, intervistato ai microfoni di una TV locale.

​In queste ore la protezione civile sta effettuando dei controlli su moltissimi edifici, con priorità per quelli di valore storico, per verificare quali di essi abbiano subito dei danni strutturali importanti a causa del sisma, come ad esempio la Chiesa di Barberino di Mugello.

​Il terremoto del Mugello 

Nella notte un'intensa ondata sismica, di ben 21 scosse ha colpito la zona del Mugello, in provincia di Firenze.

Tra esse, la più forte ha raggiunto i 4,5 gradi di magnitudo della scala Richter, con l'epicentro che è stato localizzato a Scarperia e San Piero, ad una profondità di circa 8 km.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook