04:03 26 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 03
Seguici su

Un'intensa attività sismica si è sviluppata nella notte nella zona del Mugello, in provincia di Firenze, con una scossa di magnitudo 4,5 come picco massimo. Non si segnalano danni a cose o persone.

Una serie di ben 21 scosse telluriche di diversa intensità ha colpito tra la serata di ieri e le prime luci dell'alba di oggi la provincia di Firenze, e più in particolare la zona del Mugello.

Il picco di quest'intensa attività sismica, come segnalato dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (INGV) si è raggiunto alle ore 04:37, con una scossa che ha raggiunto i 4,5 gradi della scala Richter, il cui epicentro è stato localizzato 4 km a Nord di Scarperia e San Piero ad una profondità di 9 km.

​Attualmente non sono stati segnalati eventuali danni a persone o cose, sebbene bisognerà aspettare ancora qualche ora per tracciare un bilancio definitivo.

Il terremoto del 1919

La zona del Mugello è storicamente teatro di intensa attività sismica, con diversi terremoti che la hanno interessata nel corso della storia.

Il più forte di essi registrato, avvenne il 29 giugno 1919, interessando una vasta area dell'Appennino Tosco-Emiliano.

La zona dove si ebbero i danni maggiori fu quella nelle immediate vicinanze di Vicchio, comprendente le località di Pilarciano, Villore, Rostolena, Mirandola, Villa, Vitigliano, Rupecanina e Casole; nel capoluogo comunale furono distrutte 700 case su 1500; 500 divennero inagibili e le restanti subirono danni seri. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook