09:54 26 Gennaio 2020
Italia
URL abbreviato
0 31
Seguici su

In 3,5 mln di case italiane, le famiglie addobberanno con luci e palline un abete naturale. Piccolo o grande che sia, ecco alcuni consigli su come scegliere.

Non è Natale senza l'albero di luci. Vero o di plastica, per le famiglie italiane è un must. Anche quest'anno il magico abete natalizio, ai piedi del quale verranno posti i regali, panettoni e dolciumi natalizi, verrà preparato l'otto dicembre, il giorno dell'Immacolata Concezione. 

Le famiglie si accingono a fare gli ultimi acquisti per luci, stelle filanti e decorazioni. Per l'88% degli italiani, si tratta di una tradizione irrinunciabile, un'occasione che riunisce la famiglia. Si tratta solo di scegliere: albero vero o albero finto?

L'abete naturale verrà preparato in 3.5 milioni di case, rivela un'indagine di Coldiretti/Ixé, per una spesa media di 42 euro a famiglia. Il prezzo varia dalle dimensioni e dalla varietà della pianta. Anche se per Natale non si bada a spese, la tendenza è quella di comprare abeti sempre più piccoli, per una questione logistica. E' più semplice trasportarli e occupano meno spazio in casa.

Negli ultimi quindici anni, riferisce Coldiretti, l’albero di Natale si è accorciato in media di quasi mezzo metro. Oggi la maggioranza degli abeti acquistati hanno un'altezza inferiore ai 150 ma spesso non superano neanche il metro. Gli abeti più piccoli costano sino a 60 euro. L'aumento del prezzo dipende dalla presenza di radici e del vaso. Un albero grande può costare anche 200 euro. 

Tuttavia la maggioranza delle famiglie italiane, il 55% monterà il vecchio albero sintetico conservato in ripostiglio. Una scelta ecologia, ma non troppo, precisa Coldiretti. E' possibile infatti comprare un albero vero senza che arrecare un danno alla natura. Basta seguire gli accorgimenti giusti. 

Il vademecum di Coldiretti per l'acquisto dell'abete

  • Non badare alle imperfezioni. Gli alberi sono esseri viventi, è normale che non siano perfettamente dritti, che siano inclinati e che portino asimmetrie. Come è normale che alcune parti dell'albero siano un po' più spoglie di altri. 
  • Disporre in un luogo luminoso, lontano da fonti di calore e al riparo da correnti d'aria; 
  • non appesantire i rami con gli addobbi, per evitare che si spezzino;
  • mantenere il terriccio umido;
  • non usare spray colorati o neve sintetica. 

Una volta terminato il periodo natalizio, l'albero può essere consegnato a un centro di raccolta indicati dai vivaisti, dai Comuni, dal Corpo forestale dello Stato o in alcuni mercati di Campagna Amica. Se l'albero ha le radici, può essere disposto in balcone e aspettare che cresca, per essere riutilizato per il prossimo Natale.

Tags:
Coldiretti, albero di natale, Natale, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik