03:46 05 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
103
Seguici su

Dalle intercettazioni della Digos emergono particolari interessanti circa i membri del partito neonazista smantellato dalla Digos la scorsa settimana.

Emergono i primi dettagli sui membri del partito neonazista, smantellato sul nascere da un'operazione della Digos, eseguita in tutta Italia lo scorso 28 di novembre.

"Serve gente come Borghezio e Bannon", si legge nella trascrizione di una delle intercettazioni telefoniche tra Francesca Rizzi, meglio conosciuta nell'ambiente come Miss Hitler, e una militante del movimento.

Ad accendere gli animi degli iscritti erano state le parole dell'ex europarlamentare leghista e di Steve Bannon, fondatore di 'The Movement', il movimento che punta a rilanciare il sovranismo in ambito europeo.

Tra gli altri temi di conversazione emersi, spiccano senz'altro il forte antisemitismo e l'odio per coloro che parlano di democrazia, pace e tolleranza.

Pianificavano attentati

Attorno al movimento gestito da 'Miss Hitler', si evince dalle intercettazioni della Digos, ruotava un gran numero di singoli e gruppi più o meno organizzati, che si preparavano a compiere azioni eclatanti e sovversive.

A Roma, la Rizzi aveva preso contatto con il leader di un movimento chiamato "La rinascita dell'Italia", che puntava a compiere un attentato terroristico presso la Prefettura, il Comune o la sede di Equitalia.

Tra le altre idee c'era poi anche quella di costituire un esercito proprio, come sostenuto da Antonella Pavin, l'ideologa del partito proveniente dalla provincia di Padova.

"Bisogna creare un nostro esercito perché purtroppo l’esercito e le forze dell’ordine sono, per tre quarti, fedeli allo Stato e non si ribelleranno mai”, diceva la Pavin.

Sull'Islam

L'anima del movimento era però divisa sulla questione dell'atteggiamento da tenere nei confronti dei musulmani e della fede islamica.

Per la Rizzi, che si riferiva ad Hitler, una vittoria della fede musulmana sul cristianesimo sarebbe stata preferibile allo scenario contrario.

Tuttavia c'era anche chi sosteneva che gli islamici, essendo comandati dagli ebrei, erano il male peggiore e quindi andassero combattuti.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook