10:39 09 Dicembre 2019
Matteo Salvini (foto d'archivio)

Bibbiano, Salvini non demorde

© Sputnik . Evgeny Utkin
Italia
URL abbreviato
1120
Seguici su

Dopo la revoca dell'obbligo di dimora al sindaco Dem di Bibbiano Andrea Carletti da parte dei giudici della Cassazione, il leader della Lega dimostra di non provare pentimento per le accuse contro il Pd nell’ambito dell’inchiesta "Angeli e Demoni".

"Bibbiano? Le uniche scuse devono farle coloro che senza motivo hanno portato via i bambini alle loro famiglie e coloro che hanno coperto questo indegno sistema". Il commento di Matteo Salvini riportato dai media locali sullo scandalo degli affidi che ha colpito il centro emiliano, a seguito della revoca da parte della Cassazione dell'obbligo di dimora nei confronti del sindaco del Pd di Bibbiano Andrea Carletti.

Il leader del Carroccio, che in particolare durante la campagna elettorale per le europee si era scagliato duramente con il Partito Democratico per le indagini sui presunti abusi compiuti ai danni dei minori del comune emiliano, ha rilanciato le sue accuse tramite i social.

"Chi ha sbagliato, rovinando tante famiglie, deve pagare. Giù le mani dai bambini!", ha twittato Salvini, che ha allegato una foto che lo ritrae con un cartello con la scritta: "Giustizia per i bimbi di Bibbiano!".

​Andrea Carletti può tornare a fare il sindaco di Bibbiano

Il sindaco di Bibbiano (Reggio Emilia), Andrea Carletti, può tornare a fare il sindaco della cittadina a partire da oggi. Lo ha stabilito il prefetto di Reggio Emilia, a seguito dell’annullamento da parte della Cassazione dell’obbligo di dimora nei confronti dell’esponente locale del Pd.

Il sindaco è sotto inchiesta per lo scandalo del presunto sistema illecito degli affidi di minori sottratti ai naturali genitori, senza giustificato motivo o producendo prove false a carico degli stessi. Il cosiddetto sistema di val d’Enza.

L'inchiesta Angeli e Demoni

L’inchiesta Angeli e Demoni ha portato alla luce un presunto sistema criminale che gestiva gli affidi dei minori.

Tra gli indagati c’è lo stesso sindaco di Bibbiano, Andrea Carletti, autosospeso dal Pd, accusato d’abuso di ufficio e falso per aver "assegnato dei locali a una onlus” alla quale apparteneva il centro di sostegno per minori denominato La Cura. A quanto pare, come dichiarato dal suo avvocato non è coinvolto nei maltrattamenti sui minori, ma solo per aver assegnato i locali in maniera illecita.

Tags:
Giustizia, partito Democratico, Bambini, Matteo Salvini, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik