01:53 11 Dicembre 2019
Poste italiane

Poste italiane sospettata di pratiche scorrette, Antitrust indaga

© CC BY 3.0 / wikipedia / mattes
Italia
URL abbreviato
181
Seguici su

Poste Italiane spa sotto la lente d'ingrandimento dell'AGCM per pratiche scorrette legate ai servizi di Raccomandata fisica e online. Guardia di Finanza ispeziona le sedi.

Poste Italiane spa osservato speciale dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato (AGCM), secondo cui la storica società avrebbe messo in atto una presunta pratica commerciale scorretta, “posta in essere nell’ambito del servizio di recapito della corrispondenza e, in particolare delle raccomandate”, scrive l’Autorità.

Poste Italiane, quindi, avrebbe violato gli articoli 20, 21 e 22 del Codice del consumo, che dal 2005 tutela i consumatori nei confronti di pratiche non conformi alle regole di mercato o lesive degli interessi dei consumatori.

L’AGCM si è presentata con suoi funzionari nella sede della società Poste Italiane spa, coadiuvata dal Nucleo speciale antitrust della Guardia di Finanza.

Le violazioni presunte di Poste Italiane

Secondo l’Autorità AGCM, il cliente che si rivolge a Poste Italiane spa per inviare una Raccomandata, potrebbe essere indotto ingannevolmente a comprare “un servizio pubblicizzato da claim” che esalta alcune caratteristiche dello stesso, ma tali caratteristiche “nella sua concreta erogazione non vengono” rispettate.

L’Autorità inoltre ipotizza che spesso Poste Italiane non effettui davvero l’accertamento della presenza del destinatario a casa, ma lascerebbe di proposito l’avviso di giacenza del plico, “costringendo quindi il destinatario che voglia entrare in possesso del plico ad esperire procedure alternative previste da Poste”, ma che non sarebbero necessarie se venisse realmente effettuato il tentativo di consegna.

Non solo, AGCM ipotizza per Poste Italiane una pratica scorretta anche per quanto riguarda il servizio di Ritiro digitale, la cosiddetta ‘raccomandata digitale’. In questo caso le anomalie rilevate riguarderebbero le condizioni economiche e di utilizzo.

Correlati:

Confesercenti e l’obbligo di moneta elettronica. Ai commercianti costerà 2 mld di euro
Poste Italiane riceve un finanziamento di 400 milioni e diventa green
Tags:
Guardia di Finanza, Poste
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik