23:06 07 Dicembre 2019
Scuola con banchi

Maturità 2020, ecco tutte le novità

CC0 / Wokandapix / École
Italia
URL abbreviato
101
Seguici su

Ecco tutte le novità della Maturità 2020 per gli istituti scolastici superiori italiani. Molte le modifiche, alcune delle quali potrebbero generare un po' di confusione tra gli studenti.

Oggetto di numerose e continue verifiche negli ultimi 20 anni almeno, anche la maturità 2020 subirà delle modifiche e adeguamenti. Lo stabilisce l’ultima circolare n. 2197 del Ministero dell’Istruzione e della Ricerca (Miur), pubblicata lunedì 25 novembre.

Cambiano alcuni requisiti di ammissione, l’attribuzione del credito scolastico, ma sono previste modifiche anche al tema di italiano e al colloquio orale. Vediamo nel dettaglio quelle che sono tutte le novità della Maturità 2020.

Attribuzione del credito scolastico

Complicato il calcolo del credito scolastico maturato, perché il credito del terzo anno scolastico dovrà essere convertito seguendo la nuova versione dell’assegnazione dei crediti, mentre i crediti maturati nel quarto e quinto anno scolastico dovranno seguire la nuova ‘Attribuzione del credito scolastico’.

Requisiti di ammissione all’esame

Per essere ammessi all’esame di Stato dell’anno scolastico 2019/2020, gli studenti e le studentesse dovranno possedere anche il requisito della partecipazione alle prove INVALSI e dovranno essere in regola con lo “svolgimento delle attività programmate nell’ambito dei percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento, secondo il monte ore previsto dall’indirizzo di studi”.

La prima prova. Il tema di italiano

Il ministro dell’Istruzione, con decreto ministeriale, ha aggiunto nelle tracce della tipologia B l’ambito storico. Quindi i maturandi troveranno anche una traccia che riguarderà la storia. La scelta è voluta dal ministro perché “la storia costituisce disciplina fondamentale nella formazione degli studenti di tutti i percorsi di studi”.

Svolgimento del colloquio

Per quanto riguarda il colloquio viene abolito il meccanismo delle buste chiuse contenente il materiale su cui il candidato doveva essere interrogato durante il colloquio orale. Resta immutato il lavoro preparatorio che la commissione dovrà fare sul materiale da sottoporre al candidato.

L’approccio della prova orale dovrà essere quindi multidisciplinare e come sempre anche comprendere un dialogo in lingua straniera.

Correlati:

Maturità 2019, seconda prova mista: Latino e Greco al Classico
Maturità 2019: esercizi copiati da un manuale di fisica universitario sovietico
Bce, Europa in fase di ciclo economico maturo. Rischio per le banche zona euro
Tags:
ministero dell'istruzione, Istruzione, Scuola
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik