11:56 09 Dicembre 2019
Giovanni Toti, governatore della Liguria (foto d'archivio)

Viadotto A26, governatore Toti chiede miliardi e task force

© Sputnik . Evgeny Utkin
Italia
URL abbreviato
104
Seguici su

A seguito del crollo del viadotto dell'A6 e della chiusura preventiva dell'autostrada A26 su ordine della magistratura Genova è rimasta isolata, denuncia Toti.

Il governatore della Liguria Giovanni Toti ha commentato la decisione di Autostrade per l'Italia di chiudere un tratto della A26 in seguito al crollo del viadotto sull'A6 Torino-Savona su disposizione della Procura di Genova per consentire l'esecuzione di verifiche tecniche su alcuni viadotti dopo le abbondanti piogge dei giorni scorsi.

"Voglio una task force, un tavolo che si riunisca a Genova, ministri che vengano qui, stanziamenti straordinari di miliardi per questa Regione e uno scudo legislativo che ci consenta di agire e tranquillizzare i cittadini", dice.

Il governatore ha pubblicato su Facebook una foto con il traffico in tilt: "Ecco come si è svegliata la Liguria". Toti si è lamentato della mancanza di comunicazione per la decisione di chiudere il tratto autostradale e dell'assenza di un piano di emergenza a distanza di oltre un anno dal crollo del Ponte Morandi, denunciando allo stesso tempo l'isolamento logistico della regione.

"Con la A26 chiusa, la A6 chiusa e le limitazioni alla A7 la nostra regione sembra essere tornata a prima degli anni ‘30. La sicurezza dei cittadini viene prima di tutto, e questo lo ribadiremo ogni istante, ma come si è potuti arrivare a un provvedimento così drastico da un giorno all’altro, senza avvisare, senza un piano per gestire l'emergenza che ci sarebbe stata, a distanza di un anno e quattro mesi dalla tragedia del Morandi?"

Da rilevare che la viabilità del tratto autostradale A26 su richiesta della ministra De Micheli è stata riaperta a metà mattinata su una corsia per ogni senso di marcia. In questo momento stanno transitando i primi mezzi.

Toti ha poi proseguito lo sfogo chiedendo "un piano serio di messa in sicurezza e un monitoraggio permanente delle nostre infrastrutture", aggiungendo che "i cittadini non possono vivere con l’incubo di passare sui viadotti autostradali, hanno il diritto alla mobilità e di essere sicuri e tranquilli sempre, anche quando viaggiano."

Il governatore della Liguria, seppur senza mai citare, sembra prendersela col Movimento Cinque Stelle ricordando le discussioni a vanvera sulle concessioni che sono ancora lì e l'assenza di misure concrete, in una situazione in cui "per ogni minuto che passa si perdono milioni e milioni di euro per l'incoscienza di qualcuno", dal momento che con le limitazioni al traffico sulla rete autostradale ligure a soffrire sono le aziende del Nord-Ovest, incapaci di sfruttare il porto di Genova per le esportazioni.

"Non abbiamo visto una misura concreta, abbiamo ciarlato a vanvera attorno a delle concessioni che sono ancora lì. Nessuno ha mosso un dito e il risultato è che oggi la gente ha paura di prendere non solo le autostrade chiuse ma anche quelle aperte", ha riassunto Toti.

Tags:
Trasporto, maltempo, Italia, Liguria, Giovanni Toti
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik