10:48 09 Dicembre 2019
Enel

Enel pubblica il piano industriale 2020-2022, -50% investimenti sull’energia fossile

© Sputnik . Pavel Lisitsyn
Italia
URL abbreviato
0 22
Seguici su

Enel Energia presenta il nuovo piano industriale 2020-2022. Iniziata la fase di decarbonizzazione pesante. Il 60% dell'energia prodotta da Enel sarà rinnovabile.

Enel Energia ha annunciato il nuovo piano industriale 2020-2022, dal forte accento ambientalista. Nei prossimi tre anni Enel investirà il 50% del capex totale del piano in “decarbonizzazione del parco impianti a livello globale”.

Verranno investiti 14,4 miliardi di euro per realizzare impianti di produzione dell’energia da fonti rinnovabili, al fine di “sostituire progressivamente la generazione da carbone”. Addio quindi agli impianti di produzione dell’energia elettrica con fonti fossili, i quali andranno via via sostituiti da impianti green.

Entro il 2020 la multinazionale dell’energia prevede di sviluppare 14,1 GW di nuova capacità rinnovabile, pari al +22% rispetto al piano industriale precedente. La società prevede anche di ridurre “la capacità e la produzione da carbone del 61% e del 74%, rispettivamente, dai livelli del 2018”.

Entro i prossimi tre anni, Enel prevede che il 60% dell’energia da lei prodotta deriverà da fonti rinnovabili. Secondo l’analisi aziendale, questo investimento in decarbonizzazione porterà alla crescita dell’EBITDA del Gruppo a 1,4 miliardi di euro.

28,7 miliardi di investimenti in 3 anni


In totale Enel farà 28,7 miliardi di euro di investimenti “organici”, in crescita dell’11% rispetto al precedente piano industriale.

Il cuore degli investimenti Enel sono la lotta contro il cambiamento climatico, per questo motivo gli investimenti saranno diretti a produrre energia pulita e accessibile, a innovare le infrastrutture, a investire sui centri urbani per città e comunità più sostenibili.

Per la digitalizzazione e automazione delle reti, ad esempio, sono previsti 11,8 miliardi di euro. Un budget pari a 1,1 miliardi di euro sarà affidato a Enel X, per la “continua realizzazione di servizi ed infrastrutture a sostegno della decarbonizzazione e dell’elettrificazione, facendo leva sul modello platform-based.

Il commento dell'Ad di Enel

L’amministratore delegato di Enel Francesco Starace, nel comunicato che ha accompagnato l’annuncio del nuovo piano industriale 2020 – 2022, ha commentato:

“Nella visione di Enel, la sostenibilità è sempre più un fattore abilitante fondamentale anche per la strategia finanziaria. Durante il periodo di piano e oltre, Enel ricorrerà in misura crescente a strumenti di finanza sostenibile quali le obbligazioni SDG-linked, i cui vantaggi in termini di costi rispetto alle emissioni tradizionali offriranno un ulteriore sostegno al miglioramento delle nostre già solide metriche creditizie”.

Correlati:

Enel vende a Kuzbassenergo la sua maggiore centrale a carbone in Russia
Enel si propone di ridurre le emissioni di CO2 in Italia del 70% entro il 2030
Enel Russia avvia i lavori della prima centrale eolica oltre il circolo polare artico
Tags:
Enel
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik