23:26 07 Dicembre 2019
Luigi Di Maio

Il M5s apre le "regionarie" per Emilia-Romagna e Calabria

© AP Photo / Francisco Seco
Italia
URL abbreviato
215
Seguici su

Sulla piattaforma Rousseau le candidature dovranno essere presentate entro il 4 dicembre: il capo politico Luigi Di Maio e il fondatore e garante del MoVimento Beppe Grillo hanno il diritto di esercitare il veto.

A partire dalla giornata di oggi lunedì 25 novembre i candidati del Movimento Cinque Stelle potranno iscriversi alle "regionarie" di Calabria ed Emilia-Romagna in vista delle elezioni regionali che, in entrambe le regioni sono fissate il prossimo 26 gennaio, riporta il Blog delle Stelle.

Secondo quanto riportato nel comunicato che di fatto dà il via alla corsa elettorale dei Cinque Stelle in queste regioni, "tutti gli iscritti certificati residenti in Calabria o Emilia-Romagna potranno avanzare la loro candidatura su Rousseau" fino al prossimo 4 dicembre.

Nella nota del MoVimento si "ricorda che come previsto dallo Statuto, il Capo Politico, sentito il Garante, ha la facoltà di valutare la compatibilità della candidatura con i valori e le politiche del MoVimento 5 Stelle, esprimendo l’eventuale parere vincolante negativo sull'opportunità di accettazione della candidatura. Questo parere vincolante può essere espresso fino al momento del deposito delle liste elettorali."

La base pentastellata dice no alla pausa di riflessione

I risultati della votazione sulla piattaforma Rousseau dello scorso 21 novembre hanno segnato una decisa prevalenza dei NO con il 70,6% dei voti, dimostrando l'intenzione dei militanti del Movimento Cinque Stelle di partecipare alle elezioni regionali in Emilia Romagna e Calabria, contrariamente a quanto sostenuto dal capo politico Luigi Di Maio, alla luce del trend elettorale negativo del MoVimento, culminato dalla cocente sconfitta in Umbria del patto civico con il Pd alle regionali, che hanno visto vincere la candidata del centrodestra, la leghista Donatella Tesei.

Convergenza "totale" tra Di Maio e Grillo

Al termine del faccia a faccia tra Beppe Grillo e Luigi Di Maio a Roma avvenuto nello scorso week end, il capo politico del M5S ha assicurato gli attivisti sulla piena convergenza con il guru del moVimento. 

"Siamo d'accordo su tutto, abbiamo smentito le leggende metropolitane di questi giorni", ha dichiarato Di Maio.

A sua volta Grillo ha sottolineato il suo sostegno a Di Maio assieme alla necessità di avere un capo politico. 

"Luigi Di Maio lavora 25 ore al giorno e non può essere sostituito per nessuna ragione, anzi va sostenuto".
Tags:
elezioni regionali, Italia, M5S, Movimento 5 Stelle
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik