12:06 09 Dicembre 2019
Giuseppe Conte

ArcelorMittal, Conte: Negoziati con Mittal avviati ma servirà qualche settimana

© Sputnik . Evgeny Utkin
Italia
URL abbreviato
105
Seguici su

Giuseppe Conte da Melfi rassicura i dipendenti ex Ilva che la trattativa con ArcelorMittal è ripresa e che il signor Mittal è tornato al tavolo della trattativa. Ora però serve del tempo.

“Voglio assicurare soprattutto la comunità tarantina e pugliese. Il governo sta lavorando con la massima determinazione e attenzione” alla trattativa con ArcelorMittal, con cui i negoziati sono ripresi, ma richiedono alcune settimane di tempo. Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte da Melfi (Basilicata), dove è in visita all’impianto produttivo Fca automotive.

All’ultimo incontro avuto “con il signor Mittal”, Conte ha ribadito che:

“Ad avviso di questo governo non si possono più separare i temi della salute, dell’ambiente con il tema del lavoro, dell’occupazione e del rilancio produttivo.”

Conte riferisce anche che Mittal ha un atteggiamento nuovo in questa fase, è aperto al dialogo e non persegue più la strada della recessione dagli impegni contrattuali assunti appena un anno fa.

“Abbiamo aperto un negoziato che deve svilupparsi e ci dovete dare un minimo di tranquillità”.

Questo quanto chiede Conte ai giornalisti, che lo incalzando di domande sulla vicenda che sta tenendo con il fiato sospeso l’intero settore industriale nazionale, dal momento che l’acciaio dell’ex Ilva (non solo l’impianto di Taranto) è praticamente tutto quello che si produce in questo Paese. Uno stop a quegli impianti equivarrebbe allo stop produttivo dell’acciaio in Italia, con tutte le conseguenze che ne potrebbero derivare sulla produzione di manufatti realizzati in Italia con questo metallo.

Ciò che appare chiaro, è che l’Italia dovrà stipulare un nuovo contratto con i Mittal o modificare quello esistente. Indirettamente le parole di Giuseppe Conte pronunciate da Melfi sembrano confermarlo:

“...si è avviato un negoziato e c’è da valutare i risvolti economici, industriali, giuridici, ecc.”.

Sul tavolo ci sono ancora i 5.500 esuberi chiesti da Mittal per ripartire con la produzione a Taranto, ma ci sono anche le inchieste aperte dalle procure di Milano e di Taranto che stanno indagando su ipotesi di reato, anche molto pesanti, che riguardano comportamenti lesivi dell’economia nazionale: distruzione di materie prime e di mezzi di produzione; evasione fiscale.

Il punto stampa di Giuseppe Conte da Melfi

Via Facebook il presidente del Consiglio Giuseppe Conte pubblica il punto stampa da Melfi, che è possibile rivedere anche qui sotto.

Correlati:

Giuseppe Conte ha un piano per far restare ArcelorMittal in Italia
ArcelorMittal, blitz dei carabinieri nell'impianto di Taranto
ArcelorMittal, Conte: "Pronti a coinvolgimento dello Stato per il nuovo piano industriale"
Tags:
Giuseppe Conte
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik