22:31 07 Dicembre 2019

Solidarietà anti-Salvini a Sardine: parroco di Vicofaro fa cantare Bella Ciao in chiesa

© Sputnik . Evgeny Utkin
Italia
URL abbreviato
11124
Seguici su

“Anche Vicofaro ‘non si Lega’ nessun dialogo con chi fomenta odio. Al termine della Messa questa domenica canteremo Bella Ciao”, la promessa lanciata sui social da don Massimo Biancalani. Detto e fatto. Dure le critiche di Matteo Salvini, ma è arrivata anche la condanna della diocesi di Pistoia.

Questa domenica don Massimo Biancalani al termine della messa domenicale ha riunito diversi fedeli all'interno della chiesa di Vicofaro ed ha intonato insieme a loro la canzone dei partigiani, simbolo della Resistenza. All'interno di un luogo di culto è un canto non comune, tuttavia ha dei precedenti e sembra ricordare don Andrea Gallo, il "prete di strada" che spesso alla fine delle sue Messe intonava la canzone partigiana.

"Vangelo e Costituzione, per diventare partigiani d’amore e d’umanità", il post su Facebook del parroco, che ha allegato il video con il canto partigiano all'interno della chiesa di Vicofaro.

In questo modo il sacerdote, noto per l'impegno nell'accoglienza e nella difesa dei diritti dei migranti, ha voluto esprimere la sua solidarietà e vicinanza al movimento anti-leghista delle Sardine.

Critiche dalla diocesi di Pistoia

L'iniziativa ha creato scompiglio e polemiche sin dal momento dell'annuncio di don Biancalani via social. La diocesi di Pistoia, retta dal vescovo Fausto Tardelli, aveva prontamente condannato l'iniziativa con una nota ufficiale in cui parlava di un "comportamento provocatorio assolutamente inopportuno e oltretutto controproducente", senza tuttavia mai fare il nome di don Biancalani. Nella parte finale del comunicato è stato ribadito il no a strumentalizzazioni di "qualunque segno politico. Le manifestazioni o le prese di posizione personali richiedono altri contesti e altri luoghi".

Salvini: tutto normale?

"Ricordate il prete toscano che vorrebbe portare tutta l'Africa in Italia? Oggi concertino "sardinante" di "Bella Ciao"… a Messa! Tra un po' lo vedremo a Sanremo!", la risposta social del leader della Lega. Nell'immagine allegata in cui Salvini chiede "Tutto a posto?" sono state inserite alcune foto che ritraggono alcuni migranti ospitati nella diocesi di don Biancalani in piscina nell'agosto 2017, episodio per cui lo stesso Salvini aveva uno scontro sui social con il sacerdote, a sua volta denunciato dall'Ufficio immigrazione della Questura di Pistoia al garante della privacy per la pubblicazione sui social network delle fotografie.

Tags:
Lega, Matteo Salvini, Società, Italia, Toscana
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik