03:37 08 Dicembre 2019
Migranti (foto d'archivio)

Viminale dice sì alle ong: Messina porto sicuro per lo sbarco di oltre 200 migranti

© AP Photo / Olmo Calvo
Italia
URL abbreviato
11224
Seguici su

La Ocean Viking, con a bordo più di 200 migranti, sbarcherà a Messina. Lo ha indicato il Viminale, dopo che Italia, Germania, Francia e Malta hanno chiesto "congiuntamente alla Commissione Europea l’attivazione della procedura di ricollocamento dei migranti".

Il ministero dell'Interno italiano ha risposto affermativamente all'appello delle ong, che in precedenza aveva chiesto un porto sicuro per le navi che avevano soccorso in mare complessivamente oltre 350 migranti naufraghi: la Ocean Viking, l'imbarcazione delle Ong Sos Mediterranee e Medici senza Frontiere che negli scorsi giorni ha soccorso più di 200 migranti, potrà sbarcare a Messina. La comunicazione è arrivata dal Viminale, spiegando che "per la prima volta" sono state “"Italia, Germania, Francia e Malta" a chiedere "congiuntamente alla Commissione Europea l’attivazione della procedura di ricollocamento dei migranti a bordo della Ocean Viking".

Il dicastero ha evidenziato che è la prima volta che l'intervento europeo è sollecitato da tutti i Paesi firmatari l'accordo di Malta sulla redistribuzione dei migranti:

"è la prima volta che accade: l'intervento europeo viene sollecitato da tutti i Paesi che hanno condiviso il pre-accordo de La Valletta. È un passo significativo in vista di una gestione realmente solidale dei flussi migratori che interessano la rotta mediterranea". 

"Porto sicuro per 365 migranti naufraghi"

Per la ong Mediterranea Saving Humans Italia o Malta sono le uniche opzioni possibili" per offrire un porto sicuro ai 365 migranti recuperati in mare dalle navi Ocean Viking, Open Arms e Aita Mari.

La ex presidente di Emergency Cecilia Strada aveva chiesto in precedenza tramite i social al governo italiano di assegnare alla Ocean Viking un porto sicuro dopo il rifiuto di Malta.

Tags:
Mediterraneo, ONG, Sicilia, Migranti, Immigrazione, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik