17:21 07 Dicembre 2019
Lucio Fontana, Concetto Spaziale Attese

Il "Concetto Spaziale" di Lucio Fontana sbarca al MAMM di Mosca

© flickr.com /
Italia
URL abbreviato
0 21
Seguici su

In anteprima il dipinto "Concetto Spaziale", dell'eccezionale artista della seconda metà del XX secolo Lucio Fontana, sarà presentato presso l'Ambasciata italiana a Mosca venerdì 22 novembre alle 17:30.

Alla vigilia della mostra "Lucio Fontana. Retrospettiva" che si terrà al Multimedia Art Museum di Mosca (MAMM), il dipinto "Concetto Spaziale" dell'artista sarà presentato venerdì 22 novembre in anteprima presso l'Ambasciata italiana a Mosca.

Presentare un capolavoro dell'arte italiana a palazzo Berg prima di inviarlo in mostra in uno dei musei russi è diventato una tradizione dell'ambasciata italiana in Russia negli ultimi anni. A partire dall'anno croce della cultura (2011), l'Ambasciata ha ospitato le proiezioni preliminari di Raffaello, Caravaggio, Bellini, Bernini, Piero Della Francesca. Lucio Fontana è il primo rappresentante dell'arte contemporanea italiana ad essere esposto all'Ambasciata, rendendo questo evento unico.

Il "Concetto spaziale" del 1951 nella collezione Intesa Sanpaolo svolge un ruolo speciale tra le opere di Lucio Fontana. Più volte, nelle disposizioni teoriche presentate in "Manifesto Bianco" e trattate nel discorso pronunciato alla Triennale di Milano nel 1951, Fontana ha sottolineato che la sua ricerca nel campo della "Spazialismo" è stata progettata per catturare una nuova dimensione rispetto all'orientamento spazio terrestre, per esplorare le visioni spaziali o cosmologiche.

Come nota Crispolti, tra il 1950 e il 1951 diventa importante l'immagine di un "vortice, turbinio", che può essere rintracciato attraverso i fori sulla superficie della carta o della tela, che crea una regione spaziale, che può essere percepito come espansione, ma anche come qualcosa che volge al centro.

© Sputnik . Kirill Kalinnikov
Visitatori al МАММ di Mosca

Mostra "Lucio Fontana. Retrospettiva"

La mostra a MAMM è una retrospettiva del lavoro dell'artista, organizzata in collaborazione con la Fondazione Lucio Fontana. L'esposizione comprende 62 opere dell'autore dalla collezione della fondazione del suo nome, musei italiani e collezioni private e permette di tracciare l'evoluzione della creatività delle fontane dalle opere figurative alle astrazioni che distruggono la rappresentazione tradizionale del dipinto.

In particolare le opere esposte comprendono le prime sculture sperimentali degli anni ’30 e ’40 (come “Il fiocinatore”, 1933–1934) la “Scultura spaziale” (1947, Fondazione Lucio Fontana), fino alle opere spazialiste della maturità, che risalgono agli anni '50 e '60, e alle opere che fanno parte dei famosissimi cicli “Tagli” e “Fine di Dio”.

La mostra a MAMM è organizzata con il sostegno Dell'Ambasciata D'Italia a Mosca, del Dipartimento di cultura della città di Mosca, dell'Istituto Italiano di cultura a Mosca, della Banca Intesa Sanpaolo e della società Lavazza. La mostra resterà aperta dal 27 novembre 2019 al 23 febbraio 2020.

 

Tags:
Ambasciata d'Italia a Mosca, Italia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik