04:48 08 Dicembre 2019
Aereo di Alitalia

Alitalia, Atlantia si ritira all'ultimo momento, salvataggio a rischio

© Sputnik . Natalia Seliverstova
Italia
URL abbreviato
220
Seguici su

Alla vigilia della presentazione delle offerte vincolanti, Atlantia ci ripensa e si sfila dalla cordata, lasciando Alitalia a rischio fallimento.

Un'altra grana per il governo. Dopo lo stop di ArcelorMittal, adesso Atlantia si sfila dalla cordata, mettendo a rischio il salvataggio di Alitalia. La decisione arriva alla vigilia della presentazione delle offerte, domani 21 novembre. Dopo aver già preso tempo, si fa concreto il rischio fallimento dell'ex compagnia di bandiera. I commissari, dinnanzi all'ottava proroga "al buio", sarebbero intenzionati a dire basta al tentativo di salvataggio. 

Atlantia e Fs, adesso rimasto capocordata, avrebbero dovuto sottoscrivere circa il 35% della Newco, versando un capitale di 800 milioni. La compagnia Delta avrebbe versato il 12,5% e il resto il Mef.

Oggi il cda di Atlantia ha ritenuto che "in mancanza di significative evoluzioni del negoziato", "non si sono realizzate le condizioni necessarie per l'adesione di Atlantia al consorzio per presentare un'offerta vincolante su Alitalia". 

La condizione non verificata è stato il no di Lufthansa, che si è detto disposto a una partnership commerciale ma non "investire nell'attuale Alitalia". venuta meno la compagnia tedesca, Atlantia si ritrova senza un socio industriale. Il piano industriale presentato da Delta, secondo la società dei Benetton, non offre sufficienti garanzie di rilancio della Newco. 

Atlantia, tuttavia, non chiude definitivamente le porte alla cordata, ma si dice disponibile a "proseguire il confronto per l'individuazione del partner industriale - si legge in una nota della società - e per definire un business plan condiviso, solido" di lungo periodo.

Le prossime settimane, dunque, saranno decisive per le sorti della compagnia di volo nazionale. Si prolungano così i tempi da quando Atlantia, agli inizi di ottobre aveva chiesto una proroga della deadline, inizialmente stabilita il 15 ottobre, minacciando di far saltare il tavolo delle trattative. 

In una lettera destinata al Mise scriveva: "Nonostante l'indubbio e significativo impatto che il mancato rilancio di Alitalia potrebbe avere sulla controllata Aeroporti di Roma per la suddetta data  non sarà per noi possibile aderire all'auspicato consorzio che formulerebbe l'eventuale offerta formale stanti, tra l'altro, le rilevantissime tematiche di contesto tuttora non risolte". 

In quell'occasione Atlantia aveva tirato fuori la possibilità di una revoca della concessione Autostrade Spa, come impedimento per la partecipazione alla cordata di salvataggio Alitalia. 

Tags:
governo, Alitalia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik