10:39 09 Dicembre 2019
Pagamenti con lo smartphone

Gualtieri, incentivi ai pagamenti on line per contrastare l'evasione fiscale

CC0 / Pixabay
Italia
URL abbreviato
5116
Seguici su

Incentivare i pagamenti digitali per garantire maggiore tracciabilità e trasparenza, in contrasto all'evasione fiscale. Il governo pronto al taglio dei costi delle operazioni on line.

La lotta all'evasione fiscale resta uno degli obiettivi principali del governo, che non vuole limitarsi a punire chi non paga le tasse, ma piuttosto mira a un cambiamento culturale nelle abitudini dei consumatori italiani. L'incremento delle transizioni on line, secondo il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, avrebbe come immediata conseguenza un effetto dissuasivo per gli evasori fiscali. Il taglio del costo dei pagamenti digitali, introdotto dal governo in Legge di Bilancio, è volto a incentivare questi comportamenti di consumo. 

Gualtieri, nel suo intervento all'inaugurazione dell'anno accademico della Guardia di Finanza, ha infatti sottolineato che "il governo intende agevolare i pagamenti elettronici riducendo drasticamente i costi delle transazioni non in contanti" per "promuovere un cambiamento culturale in Italia, verso la modernizzazione del sistema produttivo e al tempo stesso l'evoluzione dei comportamenti dei consumatori, allineandoli a quelli più virtuosi degli altri paesi europei".

Sempre in manovra, il governo ha previsto la fatturazione elettronica e i corrispettivi telematici, strumenti per la lotta all'evasione. Il ministro ha anche sottolineato l'importanza della collaborazione della Guardia di Finanza, "per recuperare risorse funzionali agli obiettivi di politica economica", e delle agenzie delle Entrate e delle Dogane. 

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, durante l'inaugurazione dell'anno accademico 2019--2020, ha rimarcato il sostegno del governo all'azione delle Fiamme Gialle. "Confidiamo che le misure, che sono ora al vaglio del parlamento - ha detto il premier -  costituiscano un valido supporto alla vostra azione di contrasto all'evasione ed elusione fiscale".

Il ruolo della Guardia di Finanza diventa sempre più importante e complesso, ha evidenziato il comandante Generale del corpo militare. "Specializzazione, aggiornamento continuo, capacità di approfondimento e rigore nell'insegnamento e nell'apprendimento, vocazione internazionale, tecnologia e modernità di approccio: questi i cardini del modello formativo che il Corpo deve sempre più sviluppare e affinare". Formazione volta non solo all'esecuzione di operazioni complesse ma anche "all'analisi predittiva dei profili di rischio, nell'ottica di selezionare, nel modo più remunerativo possibile, gli obiettivi dell'attività operativa, evitando dispendiosi e non più attuali controlli generalizzati".

Tags:
Giuseppe Conte, ministero dell`Economia, Guardia di Finanza, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik