03:30 08 Dicembre 2019
Marcello De Vito

Inchiesta su stadio di Roma, scarcerato l'ex presidente Marcello de Vito

© Foto : Facebook/Marcello De Vito
Italia
URL abbreviato
0 01
Seguici su

L'ex presidente del consiglio comunale Marcello de Vito, arrestato a marzo con l'accusa di corruzione in uno dei filoni dell’inchiesta sul nuovo stadio della As Roma, è stato scarcerato. La decisione è stata presa dal Tribunale di Roma accogliendo un'istanza dell'avvocato difensore Angelo Di Lorenzo.

Marcello de Vito, ex presidente del consiglio comunale capitolino arrestato il 20 marzo scorso insieme a Camillo Mezzacapo per corruzione durante l'inchiesta sullo stadio di Tor di Valle, ha ottenuto oggi la libertà grazie all'intervento del proprio avvocato difensore, Angelo Di Lorenzo. Adesso de Vito dovrà affrontare il processo.

"Oggi posso affrontare il processo da uomo libero con la serenità e la consapevolezza della liceità delle mie condotte e con piena fiducia nella processo e nella magistratura. Finalmente il mio corpo può ricongiungersi con il mio spirito che è sempre rimasto libero nonostante la mia condizione", ha commentato De Vito al momento della scarcerazione.

Dal momento dell'arresto, l'ex presidente aveva ottenuto dal gip, dopo tre mesi di carcere, gli arresti domiciliari in data 5 luglio, mentre la Cassazione aveva definito, nelle motivazioni della sentenza che aveva annullato con rinvio la decisione del tribunale della Libertà, le accuse come congetture che non sarebbero dimostrate da dati indiziari in grado di dimostrare il loro collegamento con il metodo corruttivo promosso dall'imprenditore Luca Parnasi. Il processo per De Vito è stato ora fissato con rito immediato per il prossimo 4 dicembre.

Dopo che il Tribunale di Roma avrà notificato alla Prefettura il provvedimento di avvenuta scarcerazione di Marcello De Vito, per lui potrà partire l’iter che lo porterà a riprendere - salvo una sua rinuncia - il posto di presidente del Consiglio Comunale di Roma. La maggioranza M5S, infatti, non ha mai portato in Aula il provvedimento di decadenza di De Vito da consigliere comunale. 

Come previsto dalla legge Severino all’articolo 11 comma 6, "La sospensione cessa nel caso in cui nei confronti dell'interessato venga meno l'efficacia della misura coercitiva, ovvero venga emessa sentenza, anche se non passata in giudicato, di non luogo a procedere, di proscioglimento o di assoluzione o provvedimento di revoca della misura di prevenzione o sentenza di annullamento ancorche' con rinvio".

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik