03:25 08 Dicembre 2019
Una ragazza gioisce dopo la laurea a Venezia

Eurostat: Italia penultima in Europa per laureati al lavoro dopo 3 anni dal titolo

Italia
URL abbreviato
512
Seguici su

Secondo i recenti dati Eurostat i laureati italiani hanno difficoltà a trovare lavoro a 3 anni dal titolo. Solo il 59.8% trova impiego, drammatica la situazione delle donne al Sud.

Secondo i recenti dati statistici Eurostat il 59,8% dei laureati italiani trova lavoro dopo 3 anni dal conseguimento del titolo, un dato in netto miglioramento rispetto alla rilevazione del 2014 (era il 49,8%), ma siamo nettamente sotto la media europea dell’83,5%. Un dato che ancora una volta mostra la difficoltà dell’Italia sul piano lavorativo.

Peggio di noi fa solo la Grecia, che però ci batte sul livello regionale. La Calabria, infatti, dove solo il 29,1% dei laureati trova lavoro dopo 3 anni, fa peggio della regione greca Sterea Ellada che è al 34,4%. Se prendiamo la Bassa Baviera tedesca, il risultato ci lascia a bocca aperta: lavora il 98,3% dei laureati dopo 3 anni dal conseguimento del titolo accademico.

Peggio ancora se guardiamo i dati Eurostat dedicati ai diplomati, il 48,9% degli italiani trova lavoro a tre anni dal diploma, contro la media europea del 76,5%. Ma bisogna guardare il bicchiere mezzo pieno, perché anche in questo caso rispetto al 2014 l’Italia guadagna 12 punti percentuali.

Il divario regionale in Italia

Discorso che si ripete ad ogni classifica che va a toccare i dati regionali italiani, anche in questo caso il divario tra nord e sud è molto vasto.

I laureati del Veneto trovano lavoro nel 75% dei casi dopo tre anni dal titolo accademico, la Calabria l’abbiamo già scritto, la Sicilia fa poco meglio con il 30,1% ed è in peggioramento rispetto alle rilevazioni del 2017.

Se si ha solo il diploma, la situazione nel Sud Italia è drammatica. In Sicilia il 22,2% dei diplomati trova lavoro entro 3 anni dalla maturità, mentre in Germania trovano lavoro il 90,3% dei diplomati.

Il dramma delle donne del Sud Italia

Solo il 16,8% delle giovani siciliane trova lavoro entro tre anni dal diploma, mentre nella provincia autonoma di Bolzano l’85,3% delle coetanee trova lavoro e la media nazionale è al 43,6%.

In Germania le donne trovano lavoro nell’88,3% dei casi, mentre su base regionale si supera il 90%.

Se guardiamo alle donne laureate, in Calabria la percentuale più bassa con il 21,6%, in Sicilia il 29,1%. In Europa le donne lavorano a tre anni dal titolo nell’82,1% dei casi, mentre l’Italia è al 58,1% dimostrando la dura vita delle donne lavoratrici nel nostro paese. Prima la provincia di Bolzano all’82,6% (sopra la media europea), il Veneto è al 76,2%, la Lombardia al 72,9% e la Campania al 42%.

Correlati:

Università di Damasco: primi laureati in dipartimento di lingua russa
Famiglie, giovani, partite IVA, lavoratori dipendenti: chi vince e chi perde con la manovra 2020
Lavorare di meno, produrre di più: Microsoft testa con successo la settimana breve
Tags:
Lavoro, Eurostat
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik