18:34 07 Dicembre 2019
Valanga

Bolzano, valanga in Val Martello

© AFP 2019 / ZEITUNGSFOTO.AT / APA
Italia
URL abbreviato
201
Seguici su

Valanga su Martello, piccolo comune della provincia di Bolzano. Non risultano feriti o danni alle case. Seconda slavina caduta sulla strada che conduce alla valle.

In Val Martello, nella provincia di Bolzano, una valanga causata dal maltempo è caduta sul centro abitato di Martello piccolo centro abitato a 73 chilometri da Bolzano.

La calamità naturale si è verificato alle ore 9:00 di questa mattina non ci sono feriti per fortuna e la valanga ha sfiorato le case.

La valanga, si apprende dalla testata giornalistica regionale della Rai, era attesa e per questo era stata preincanalata. Tuttavia è stato necessario evacuare un edificio in via precauzionale.

Una seconda slavina, non prevista, è invece caduta sulla strada che risale nella valle, ma tale strada era stata chiusa in precedenza per il pericolo di valanghe, riferisce il Tgr Bolzano

Il sindaco di Martello, Georg Altstätter, ha già informato la cittadinanza che le scuole e gli asili resteranno chiusi domani.

Chiusa autostrada del Brennero

Anche l’autostrada del Brennero è chiusa in entrambe le direzioni a causa delle intense nevicate fra Bressanone e Vipiteno. Non si può entrare in autostrada a Bressanone in direzione nord, e a Vipiteno in direzione sud.

In generale la situazione sulle strade dell’Alto Adige sta peggiorando scrive sempre la Tgr Bolzano, causa precipitazioni nevose che cadono da 12 ore ininterrottamente.

​Rinviate elezioni comunali Nova Ponente

La Provincia autonoma di Bolzano ha informato via Twitter che le elezioni comunali previste nel comune di Nova Ponente per oggi, sono state rinviate di una settimana, al 24 novembre, a causa delle avverse condizioni meteo che imperversano su tutta la zona.

Correlati:

Allarme Monte Bianco, si teme una maxi valanga
Quattro italiani travolti da valanga in Pakistan
Valanga in Svizzera: investite 12 persone
Tags:
valanga
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik