17:10 07 Dicembre 2019
Ambulanza

Tranquillanti nel biberon: una mamma tenta di uccidere il figlio, poi si taglia le vene

© AFP 2019 / Filippo Monteforte
Italia
URL abbreviato
1112
Seguici su

A Venaria Reale, in provincia di Torino, una madre ha cercato di uccidere il figlio con dei tranquillanti, dopodiché ha tentato di suicidarsi. Al momento entrambi sono ricoverati in ospedale, ma non risultano essere in pericolo di vita.

La vicenda si è svolta in un appartamento di Venaria Reale, in provincia di Torino. Una madre, di cui per adesso si sa solo che ha 42 anni, ha tentato di uccidere il proprio figlio di appena 15 mesi avvelenandolo con dei tranquillanti messi nel biberon. Dopo aver avvelenato il figlio, la donna ha tentato di togliersi la vita tagliandosi le vene.

Al momento la madre e il bambino sono entrambi ricoverati in ospedale, ma non sono attualmente in pericolo di vita. Mentre la donna è all'ospedale di Rivoli, dove la piantonano le forze dell'ordine, il piccolo si trova al Regina Margherita di Torino. Nonostante le condizioni all'arrivo, il bimbo sembra essere uscito dalla fase più critica e si trova ora già nel reparto di pediatria in stato di coscienza. 

A dare l'allarme al 118 il marito della donna e padre del bimbo, che ha chiamato i soccorsi non appena è rientrato in casa. Sono al momento in corso le indagini per capire le motivazioni che hanno scatenato tale gesto estremo, ma secondo le prime notizie, pare che la donna soffrisse di problemi di salute mentale dovuti a una grave forma di depressione per la quale era stata anche in cura.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik