18:54 08 Dicembre 2019
Il presidente del Consiglio Conte a Venezia

Conte a Venezia: necessario completare il MOSE, città in stato d'emergenza

Filippo Attili
Italia
URL abbreviato
105
Seguici su

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, in visita oggi a Venezia, ha avuto un'incontro con il governatore Zaia, il sindaco di Venezia, gli alti esponenti delle istituzioni, oltre alle autorità locali, per poter studiare un piano su come procedere per superare l'emergenza acqua alta.

Il premier Conte, in visita a Venezia dopo le forti piogge, ha preso parte ad una riunione operativa con il sindaco della città Brugnaro ed il governatore regionale Zaia, per coordinare i prossimi passi di gestione dell'emergenza che ha colpito il capoluogo veneto.

"Abbiamo fatto una riunione tecnica per verificare lo stato dei soccorsi, le attività di intervento e di ripristino della funzionalità dei servizi. Speriamo che questa notte non ci siano ulteriori emergenze. La situazione è monitorata di continuo, adesso è anche la fase in cui iniziamo a calcolare i danni. Ovviamente non siamo in condizione al momento di quantificare i danni, dovrà essere calcolata con un’istruttoria ad hoc. ", ha affermato Conte al punto stampa dopo l'incontro, spiegando come anche il conteggio dei danni verrà effettuato il prima possibile e nel modo più accurato per poter garantire il ristoro delle proprietà dei cittadini: "Occorre un’istruttoria tecnica, ci verrà presentata e noi provvederemo a ristorare i danni a chi li ha subiti, questo vale per i commercianti ma anche per i locali ed i privati".

Maltempo, Conte alla riunione operativa a Venezia
Filippo Attili
Maltempo, Conte alla riunione operativa a Venezia

Domani il Consiglio dei ministri per lo stato di Emergenza a Venezia

Il Presidente del Consiglio ha rassicurato la prontezza con cui si muoverà per risolvere i problemi più urgenti della città:

"Ci è stata fatta la richiesta dal governatore Zaia della dichiarazione dello Stato d’emergenza, domani ci sarà un consiglio dei ministri tecnico, molto limitato che sicuramente prenderà in considerazione questa valutazione, posso anticipare che non ci sono ragioni per negare il riconoscimento dello Stato d’emergenza e quindi stanziare i primi fondi per dare segno di una fattiva partecipazione a questa emergenza da parte del Governo. Siamo vicini alla comunità veneziana, siamo vicini a tutti coloro che amano Venezia, è un patrimonio storico e un patrimonio artistico non solo dell’Italia ma dell’intera umanità", le parole di Conte al punto stampa.

Oltre l'emergenza: la questione del MOSE

"Quest’opera è discussa, c’è un dibattito politico e polemiche che si trascinano da anni. Noi dobbiamo essere molto realisti nel nostro approccio. Siamo in dirittura finale, siamo al 93% della realizzazione, sono stati spesi tantissimi fondi, tante polemiche e scandali, che è necessario, nell’interesse pubblico, completare, nel modo più rapido e nel modo più efficace col sostegno tecnico adeguato questo percorso pressoché obbligato", ha affermato il premier sulla questione del completamento del MOSE, sistema in via di realizzazione dal 2012 che serve a bloccare l'effetto "acqua alta" chiudendo la laguna veneziana.

 

Tags:
Venezia, Giuseppe Conte
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik