18:22 07 Dicembre 2019
Cippo di Stato del Brennero, confine fra Italia e Austria

Nuova provocazione in Sud Tirol, il confine di stato del Brennero diventa bidone dei rifiuti

Italia
URL abbreviato
1415
Seguici su

La nuova provocazione del Sudtiroler Freiheit, partito della provincia autonoma di Bolzano, è stata quella di trasformare il Cippo del confine di stato del Brennero in un "bidone dei rifiuti speciali". Alessandro Urzì, consigliere regionale di Fratelli d'Italia, denuncia l'episodio sui social.

Il Cippo del confine di Stato del Brennero, simbolo della frontiera tra Italia e Austria, è stato trasformato da Sudtiroler Freiheit, come provocazione, in un bidone dei "rifiuti speciali". A denunciare il fatto è stato il consigliere regionale di Fratelli d'Italia Alessandro Urzì su un post di Facebook di Fratelli d'italia.

"Oramai si è trasformata in una patetica macchina delle provocazioni il movimento che fu di Eva Klotz, che pure nel suo delirio secessionista aveva uno stile di cui per paradosso abbiamo nostalgia. La nuova classe dirigente sputa ogni giorno una nuova bestemmia offendendo la convivenza e i concittadini di lingua italiana e scade in un basso livello di offesa", ha dichiarato Alessandro Urzì, comunicando poi in un tweet il fatto di aver esposto denuncia presso la Procura.

​"Il movimento si sta ponendo al di fuori di ogni regola costituzionale una volta assumendo atteggiamenti razzisti verso i medici di lingua italiana accusati di uccidere i pazienti, una volta inneggiando alla violenza fisica ed al terrorismo come metodo di lotta politica, una volta denigrando i simboli istituzionali (quale è un cippo di frontiera) in cui si riconosce la Nazione intera. Non posso che rinnovare il mio appello ad isolare politicamente questo movimento di provocatori professionisti in attesa delle iniziative eventuali della magistratura", conclude Urzì sul post di Facebook. La denuncia che è stata portata in Procura è quella di villipendio.

​Lo stesso capogruppo di Fratelli d'Italia della camera Francesco Lollobrigida ha espresso il proprio pensiero al riguardo: "Adesso basta. Chiediamo che il partito Sudtiroler Freiheit dei secessionisti filo-austriaci che fanno capo a Eva Klotz venga ufficialmente messo fuorilegge. Non bastava l'oltraggio della scorsa settimana nei confronti dei medici italiani che operano in Alto Adige, oggi il Sudtiroler Freiheit ha oltrepassato ogni limite avvolgendo di sacchi di nylon e la scritta 'Rifiuto speciale' il cippo di confine italo-austriaco al Brennero, spiegando in una delirante nota che 'il Brennero è e resterà un confine ingiusto che ha diviso il Tirolo, incatenando i sudtirolesi a uno Stato straniero", ha affermato su Facebook.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik