18:38 07 Dicembre 2019

Allevamento lager scoperto a Cremona: mucche e bovini maltrattati

CC0 / Pixabay
Italia
URL abbreviato
314
Seguici su

L'operazione dei Carabinieri della forestale di Brescia a Robecco d'Oglio ha portato al sequestro di 20 capi e al fermo sanitario di altri 380 all'interno di un allevamento di mucche. L'accusa per il proprietario è di maltrattamento e abbandono di animali.

I Carabinieri della forestale di Brescia hanno scoperto, alle porte di Cremona nel comune di Robecco d'Oglio un allevamento lager. Questa struttura in cui erano presenti più di 400 animali è risultata, come appurato dai militari, in pessime condizioni igienico-sanitarie, mentre gli animali al suo interno vivevano in condizioni di totale abbandono.

Dentro la struttura erano presenti una ventina di mucche da latte agonizzanti, numerosi bovini malati e non curati, animali chiusi nei recinti e carcasse di animali morti in decomposizione. L’Arma ha inoltre scoperto, nei locali adibiti alla conservazione delle cisterne del latte, vani invasi dalle blatte. Gli agenti hanno messo sotto sequestro 20 capi e sotto fermo sanitario gli altri 380. Il proprietario è accusato di maltrattamento e abbandono di animali.

L'origine dell'operazione

"Chiediamo la chiusura immediata e definitiva della struttura e la bonifica dell’area. Se fosse confermata l’indiscrezione che esisteva un fascicolo aperto su questa struttura, le cui condizioni dunque dovevano essere già note alle autorità sanitarie locali, ci chiediamo come sia stato possibile non intervenire prima per mettere in sicurezza gli animali e l’area. Non è ammissibile che al giorno d’oggi esistano realtà tanto gravi da arrecare inaudite sofferenze agli animali, con risvolti molto inquietanti in termini di sicurezza sanitaria e ambientale, e da un punto di vista etico", afferma Roberto Bennati, vicepresidente Lav (Lega Anti-vivisezione). 

Da una segnalazione della Lav ha infatti avuto inizio l'operazione che ha portato alla scoperta dell'allevamento lager. L'associazione a difesa degli animali stava monitorando già la struttura da tempo, con il sospetto di maltrattamenti nei confronti degli animali.

​"Chiediamo l’urgente convocazione di una Conferenza Stato-Regioni per esaminare la situazione degli allevamenti regione per regione, un piano straordinario di controlli, e la previsione di meccanismi di trasparenza sui controlli effettuati dai servizi veterinari delle Ats a titolo di rendicontazione annuale", continua la Lav appellandosi al ministro della Salute Roberto Speranza.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik