02:27 20 Novembre 2019
Autoblù di carabinieri

Camorra, arrestato pericoloso latitante del clan Ranucci

© AFP 2019 / Filippo Monteforte
Italia
URL abbreviato
0 11
Seguici su

Era nell'elenco dei latitanti più pericoloso, da quando nel febbraio 2018 era riuscito a scappare alla giustizia. E' stato trovato ieri sera nell'abitazione della sua fidanzata.

Aveva fatto perdere le tracce di sé da quasi due anni, da quando si era sottratto con la fuga alle misure cautelari in carcere dove era finito per tentato omicidio, aggravato da finalità mafiose. Federico Rapprese, 42 anni, legato al clan Ranucci, era sulla lista dei più pericolosi ricercati d'Italia. 

Sino a ieri, quando i carabinieri lo hanno rintracciato a Melito, Napoli, e l'hanno tratto in arresto, ponendo fine alla sua latitanza. L'uomo si trovava nell'abitazione della sua partner. A nulla è valso un tentativo rocambolesco di fuga. 

Il blitz

L'operazione è scattata dopo le 20.00, dopo aver avuto la certezza che l'uomo rintracciato nell'abitazione di Melito, fosse realmente Rapprese. I carabinieri hanno circondato l'edificio. L'uomo, alla vista dei militari, ha tentato la fuga, arrampicandosi sul tetto e trovando rifugio dentro un appartamento disabitato. E' stato bloccato e posto sotto fermo. Attualmente si trova in carcere. 

Chi è Federico Rapprese

Uomo del clan Ranucci, aveva avuto dal boss un incarico da sicario. Doveva "sbarazzarsi" di Antonio Marrazzo, 52enne fratello del boss dell'omonimo clan. Il tentativo di omicidio, fallito, avvenne il 30 dicembre 2006, in località Casandrino. 

 

Tags:
Camorra, Napoli, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik