02:21 20 Novembre 2019
Parmigiano

Brunello, Taleggio, Parmigiano - il Made in Italy conquista la Cina

© Foto: Kelly Hau
Italia
URL abbreviato
161
Seguici su

Siglata intesa UE-Cina per il reciproco riconoscimento di 100 prodotti. Garantita la denominazione DOP e IGP per 26 prodotti italiani.

Si chiude una porta, si apre un portone. Un detto che calza perfettamente alle ultime vicende commerciali che hanno riguardato il made in Italy, penalizzato dai dazi imposti da Trump ma alla conquista del mercato cinese. Un mercato che vale €12.8 miliardi. 

La classe media cinese è incuriosita dai prodotti europei, in particolare dall'agroalimentare: parmigiano, champagne, feta, caviale, salse e vini di ogni tipo. 

Per tutelare i consumatori dalle contraffazioni e garantire i produttori, oggi Cina e UE hanno firmato un intesa per il mutuo riconoscimento d'origine di 100 prodotti cinesi e 100 prodotti europei. Un accordo intrapreso secondo la logica "win win" della strategia commerciale cinese, in cui entrambi i contraenti riceveranno eguali benefici.

“I prodotti di indicazione geografica europea sono rinomati in tutto il mondo per la loro qualità. - dichiara Phil Hogan, il Commissario Europeo per lo Sviluppo Rurale e Agricolo - I consumatori sono disposti a pagare un prezzo più elevato, confidando nell'origine e nell'autenticità di questi prodotti, premiando ulteriormente gli agricoltori. Questo accordo dimostra il nostro impegno a lavorare a stretto contatto con i nostri partner commerciali globali come la Cina. È una vittoria per entrambe le parti, rafforzando le nostre relazioni commerciali, avvantaggiando i nostri settori agricolo e alimentare e i consumatori di entrambe le parti".

Così si legge nel comunicato della Commissione Europea, con cui è resa pubblica la lista dei prodotti che riceveranno il riconoscimento. 

Tra le eccellenze italiane, diversi vini pregiati, come il Brunello di Montalcino, il Barolo, il Nobile di Montepulciano, formaggi, come il taleggio, il parmigiano, la mozzarella di bufala campana, il pecorino romano, insaccati, come il prosciutto di Parma e il San Daniele e la bresaola della Valtellina. Protetto anche l'aceto balsamico di Modena.

Tags:
UE, contratti commerciali, accordi, Cina, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik