12:52 21 Novembre 2019
Il premier Conte durante il punto stampa del 19 ottobre a Perugia

Ex Ilva, Conte: lo scudo penale non è nel contratto, AM rispetti gli impegni

© Filippo Attili
Italia
URL abbreviato
538
Seguici su

Lo scudo penale non era previsto contrattualmente, chiarisce Il premier Giuseppe Conte che pretende chiarezza e il rispetto degli impegni presi. Domani alle 11.00 l'incontro con i vertici della società.

L'accordo tra il governo e Ancelor Mittal non è "una vicenda di mercato", sottolinea il premier Conte durante un punto stampa a margine dell'inaugurazione del 157simo anni accademico del Politecnico di Milano. "C'è stata una procedura di evidenza pubblica - prosegue - c'è stata un'aggiudicazione all'esito di una gara, è stato stipulato un contratto, ci sono impegni contrattuali da rispettare". 

Nel comunicato di ieri Ancelor Mittal annunciava la rescissione dal contratto in seguito all'eliminazione degli scudi penali, la protezione legale necessaria per alla società per attuare il piano di rilancio degli stabilimenti. Conte ha specificato che il contratto non prevede alcun scudo penale e quindi il ritiro unilaterale della società non ha alcun fondamento né legittimazione. 

"Pretendiamo chiarezza e il rispetto degli impegni contrattuali. Si viene in Italia, si vince una gara e si rispettano i termini contrattuali indicati nel bando. Saremo inflessibili. Non si può pensare di cambiare una strategia imprenditoriale adducendo a giustificazione lo scudo penale che peraltro non è previsto contrattualmente", ha insistito il premier. 

Ancelor Mittal deve assicurare non solo la continuità della linea di produzione ma anche garantire il livello occupazionale, più di 10000 lavoratori, di cui 8000 solo a Taranto. "Non ci sono in gioco solo le famiglie, ma c'è tutto l'indotto collegato e noi faremo di tutto, adotteremo qualsiasi misura, per difendere questi investimenti produttivi e questa comunità di persone" impiegate negli stabilimenti e nell'indotto.

Tags:
Giuseppe Conte, Ilva, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik