03:11 20 Novembre 2019

Taranto il porto sicuro assegnato alla nave Ong Alan Kurdi

© AFP 2019 / Fabian Heinz
Italia
URL abbreviato
609
Seguici su

67 degli 88 migranti a bordo dell'imbarcazione, entrata nelle acque territoriali italiane, verranno ridistribuiti tra Germania, Francia, Portogallo e Irlanda.

Le autorità italiane hanno concesso il porto pugliese di Taranto come luogo di sbarco per gli 88 migranti a bordo della nave "Alan Kurdi", che proprio nella giornata di ieri aveva sfidato il divieto entrando nelle acque territoriali italiane in attesa di vedersi assegnare un porto, dopo essere stata in mare per 7 giorni.

Il ministero dell'Interno ha comunicato il completamento della procedura di ricollocazione dei migranti presenti sulla nave conformemente all'accordo preliminare raggiunto nel corso del vertice di Malta. La Germania e la Francia prenderanno 60 migranti, il Portogallo 5 e l'Irlanda 2.

Alan Kurdi arriverà in Puglia probabilmente nel corso della giornata di oggi, anche se nella zona il mare è molto agitato per le cattive condizioni meteo. Per evitare l'eccessiva pressione sulla Sicilia, dopo lo sbarco di 104 migranti della Ocean Viking a Pozzallo, è stato deciso di attivare altre regioni.

Pd al lavoro per modificare dl sicurezza

I dem cercano di cambiare il dl sicurezza, recependo le indicazioni del capo di Stato.

"Vogliamo recepire le indicazioni del presidente Mattarella, come ha spiegato bene anche il ministro Lamorgese. Vorremmo verificare se ci sono gli spazi anche per modifiche più incisive", le parole del vicecapogruppo del Partito Democratico alla Camera Enrico Borghi. 

Governo punta a modificare accordo con la Libia

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, sostenuto da diversi deputati del Pd, punta a migliorare il testo contestato anche dalle ong relativamente ai diritti umani.

​Serve "rafforzare le condizioni per i migranti, migliorarle di molto sia nei centri sia nella gestione dello sbarco, quando la Guardia Costiera li salva in mare. E' un lavoro che stiamo facendo con Unhcr e Oim", ha detto Di Maio.

Tags:
Unione Europea, ONG, Italia, Mediterraneo, Crisi dei migranti, Migranti, Immigrazione
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik