16:57 22 Novembre 2019
2 novembre, la Polizia ricorda i suoi caduti al Sacrario della Polizia di Stato

2 novembre, la Polizia ricorda i suoi caduti al Sacrario della Polizia di Stato

© Foto: Polizia di Stato
Italia
URL abbreviato
0 30
Seguici su

2 novembre, la Polizia di Stato ricorda i suoi caduti nel Sacrario presso la Scuola superiore di polizia di Roma: 'ai nostri fratelli e alle nostre sorelle caduti in servizio'.

Anche la Polizia di Stato ha voluto rendere omaggio ai defunti, in particolare ai suoi caduti in servizio, presso il Sacrario della Polizia di Stato.

Alla celebrazione civile e alla funzione religiosa svoltasi presso la Scuola superiore di polizia di Roma, dove il Sacrario è ubicato, vi hanno preso parte gli alti dirigenti della Polizia di Stato e il vice capo vicario della polizia Antonio De Iesu.

La cerimonia è stata ricordata dalla polizia attraverso un tweet che riportiamo di seguito.

​Ed anche attraverso un messaggio consegnato agli utenti di Facebook, in cui possiamo leggere il “pensiero particolare” che la polizia rivolge ai suoi “fratelli” e alle sue “sorelle caduti in servizio”.

“In un vero e proprio tempio della memoria sono esposte le formelle che ricordano i nomi dei nostri martiri dal 1852 ad oggi”, si legge nel commento.

E la memoria non può che tornare a Trieste, a quel quattro di ottobre in cui gli agenti Matteo Demenego e Pierluigi Rotta, furono uccisi da un folle mentre compivano il loro dovere.

Il 4 novembre, Festa delle Forze Armate, e a un mese dal tragico evento, in varie zone d’Italia si svolgeranno messe di suffragio e fiaccolate per ricordare il loro sacrificio.

Visita virtuale al Sacrario della Polizia di Stato

Gli utenti del web possono anche fare una visita virtuale al Sacrario della Polizia di Stato, leggere la storia, guardare immagini e leggere il libro d'onore.

Correlati:

Trieste, parla la madre dell'assassino: "Chiedo perdono"
Poliziotto americano omaggia con un ritratto gli agenti uccisi a Trieste
Tags:
Polizia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik