Widgets Magazine
13:30 13 Novembre 2019
Foto profilo Chef Rubio

Lo Chef Rubio attacca Saviano dandogli del "falso giornalista"

© Foto: Foto del profilo Facebook di Chef Rubio
Italia
URL abbreviato
11200
Seguici su

Chef Rubio scatena l'ennesima polemica sui social. Questa volta torna ad attaccare Roberto Saviano accusandolo di essere un falso giornalista.

Torna a far discutere un tweet di Chef Rubio. Questa volta il famoso chef con una vocazione per la polemica, attacca pubblicamente Roberto Saviano, scatenando le proteste dei suoi followers. 

"Il (falso) giornalista – in realtà opinionista – @robertosaviano , non ha perso occasione per gettare discredito contro l'Iran: prima affermando ( mentendo) che nel Paese islamico è precluso alle donne l'accesso ai corsi universitari. Quando ve svejate?" scrive il famoso chef, citando un articolo di Stefano Zecchinelli. 

​La provocazione di Rubio ha diviso i suoi follower. Alcuni hanno dato ragione al cuoco di Frascati, relativamente al fatto che le donne iraniane frequentano l'università e non è vero che non possono laurearsi. Altri invece hanno difeso lo scrittore napoletano, in maniera più o meno ironica. "Te vojo bene Rubio, ma stai a toppa' de brutto","Eppure avete dormito un'ora de più...ma nun ve basta", "Ti hanno ackerato il profilo?", questi alcuni dei commenti dei followers. 

Chef Rubio aveva precedentemente polemizzato con Roberto Saviano, in occasione della morte di Fidel Castro, quando l'autore di Gomorra aveva commentato: ’Morto Fidel Castro, dittatore. Incarcerò qualsiasi oppositore, perseguitò gli omosessuali, scacciò un presidente corrotto sostituendolo con un regime militare’’.

In quell'occasione, Chef Rubio, citando la stessa fonte, aveva scritto: “@robertosaviano Scrittore ‘’anti-mafia’’ che ha imbellettato le centrali di comando capitalistiche che riciclando denaro sporco, pompano spietate organizzazioni malavitose. Nemico degli spacciatori di Scampia ma zerbino dei bancarottieri di Londra”. 

Tags:
polemica, Iran, Roberto Saviano, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik