20:55 10 Dicembre 2019

Gualtieri risponde alla Commissione Ue

© REUTERS / Ciro De Luca
Italia
URL abbreviato
303
Seguici su

Il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri risponde alla lettera della Commissione Europea, inviando una relazione dettagliata sulle misure dell'Italia, in cui chiede comprensione.

Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri risponde alle richieste della Commissione europea inviando una lettera diretta al vicepresidente Valdis Dombrovskis e al commissario Pier Moscovicì.

L’Italia non si discosterà molto dalle regole dell’Unione europea, e per quanto riguarda il saldo di bilancio resterà invariato rispetto alle stime aggiornate del 2019. Lo scrive Gualtieri alla Commissione Ue, che fa anche presente che el condizioni economiche si sono deteriorate e quindi per il 2020 si prevede un incremento del Pil non superiore al +0,1%, rispetto al +0,3% stimato per il 2019.

Per quanto riguarda il deficit, Gualtieri rassicura che l’Italia lo ridurrà dell’1,8% del Pil nel 2021 e dell’1,4% nel 2022. Un obiettivo che “comporterebbe miglioramenti strutturali di 0,2 punti percentuali all’anno, segnando una chiara convergenza verso l’obiettivo di medio termine dell’Italia”.

Gualtieri chiede comprensione alla Commissione Ue

“Pur prendendo debitamente atto della raccomandazione del Consiglio relativa all’adeguamento strutturale e alla crescita della spesa primaria netta, le nostre stime (basate sulla metodologia concordata) indicano che il divario tra prodotto effettivo e potenziale nel 2020 sarà più ampio del -1,5% e, come tale, l’economia italiana si troverà in ‘momenti complicati’”.

Gualtieri in sostanza chiede maggiore comprensione per uno stato con un alto debito, che non riesce a far ripartire la sua economia per recuperare sul deficit che ha maturato nei precedenti decenni.

Inoltre il ministro dell’Economia fa presente anche che lo 0,2% del Pil è stato messo in conto per eventuali eventi non previsti, come terremoti o cataclismi dovuti al dissesto idrogeologico dell’Italia. In particolare per il dissesto idrogeologico, l’Italia chiede flessibilità all’Ue così da poter investire maggiori risorse in progetti di tutela del territorio.

L’Italia guarda a un modello che stimola la crescita

Pur restando concentrata sull’obbligo di ridurre il suo debito, scrive Gualtieri nella lettera, l’Italia concorda con quella visione europea che punta alla crescita attraverso politiche fiscali pro-cicliche. Ecco perché l’Italia crede che sia il momento di transitare attraverso un modello di crescita più sostenibile e inclusivo.

L’elencO di tutte le misure incluse nella legge di bilancio

La seconda parte della lettera fa un lungo elenco di tutte le misure di politica economica già note alla Commissione perché incluse nella bozza del bilancio 2020 inviata nelle scorse settimane.

Il ministro dell’Economia ripercorre in quattro pagine l’intera legge di bilancio e fa presente che per ogni misura ci sono le adeguate coperture, tutte relazionate con precisione nella documentazione aggiuntiva allegata alla lettera.

Il recupero di fondi dall’evasione fiscale

Una parte della lettera, poi, è dedicata alla descrizione delle misure di recupero di risorse economiche dalla lotta all’evasione fiscale. L’Italia, scrive Gualtieri, intende recuperare lo 0,2% del Pil dalla lotta all’evasione nei prossimi tre anni, combattendo le frodi come il falso reverse charge sull’Iva e le frodi sullo split payment.

L’introduzione della fattura elettronica e la promozione dei pagamenti digitali, poi, aiuteranno il governo italiano a recuperare risorse dal maggior gettito fiscale.

Inoltre annuncia alla Commissione Ue che il governo italiano avvierà una campagna di educazione per promuovere l’uso della moneta digitale.

Su Quota 100

Per quanto riguarda Quota 100, la misura resterà in vigore anche nei prossimi anni, ma per garantirla l’Italia adotterà un meccanismo di congelamento temporaneo di altre spese così da verificare prima i risparmi derivati da quota 100. I fondi congelati verranno poi resi disponibili dalla seconda metà del 2020.

Correlati:

Lettera Ue all’Italia sulla manovra economica: “Il piano non rispetta il target riduzione debito”
Pensioni, Gualtieri: stop a Quota 100
Confindustria: Italia in bilico. Ministro Gualtieri: ottimisti sulla crescita del Pil
Il bonus di 80 euro in busta paga non si tocca. Rassicurazioni dal ministro Gualtieri
Tags:
Commissione Europea
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik