13:14 21 Novembre 2019
Cavi di rame

Sequestro di 80 tonnellate di rame dal Venezuela nel porto di Genova

Italia
URL abbreviato
0 15
Seguici su

La Guardia di Finanza di Genova ha sequestrato 83 tonnellate di rame. La merce, ammassata in sei container, proveniva dal Venezuela e, attraverso un intermediario svizzero, avrebbe dovuto raggiungere il destinatario, un'acciaieria in Veneto.

Durante l'attività di controllo effettuata nel porto di Genova dai finanzieri del secondo gruppo della Guardia di Finanza di Genova, questi ultimi hanno intercettato e sequestrato, in collaborazione con i funzionari dell’Agenzia delle Dogane, un notevole quantitativo di rifiuti di rame provenienti dal Sud America. Gli scarti sono stati trovati nel bacino di Genova Prà.

La merce era stipata in sei container, ispezionati dalla Guardia di finanza e dall'Agenzia delle dogane nell'ambito dell'operazione "Oro rosso". Il carico, attraverso l'hub portuale di Genova Prà ed il porto di Livorno sarebbe stato trasportato al destinatario, in questo caso un'acciaieria in Veneto. 

Il primo sequestro di 27 tonnellate è avvenuto nello scalo del capoluogo ligure, dove il carico era stato intercettato e bloccato per mancanza di documentazione. Dopo alcuni approfondimenti, l'azione congiunta della Guardia di Finanza di Genova insieme alle fiamme gialle livornesi ha consentito il rinvenimento di altre 56 tonnellate.

Quattro le società coinvolte nell'operazione: i legali rappresentanti di queste società sono stati denunciati per spedizione illecita di rifiuti e ricettazione, mentre le società sono state segnalate per l'applicazione della normativa in tema di responsabilità amministrativa degli enti.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik