12:25 21 Novembre 2019

Migranti sbarcati a Pozzallo, Lampedusa al collasso non può ospitarli

© AP Photo / Olmo Calvo
Italia
URL abbreviato
244
Seguici su

Trasferiti a Pozzallo i 68 migranti che il centro di Lampedusa non ha potuto accogliere perché ormai al collasso. Salvati dal rimorchiatore Asso 29, i migranti sono in Italia.

Sono sbarcati poche ore fa nel porto di Pozzallo di Ragusa ulteriori 68 persone, i migranti sono stati salvati al largo delle acque della Libia dal rimorchiatore italiano “Asso 29” che lavora per le piattaforme petrolifere.

I migranti in un secondo momento sono stati trasferiti a bordo della nave della Guardia costiera “Diciotti” e quindi portati a Pozzallo, perché a Lampedusa il centro di prima accoglienza è ormai stracolmo e non è più in grado di ospitare nuove persone.

Il rimorchiatore “Asso 29” aveva soccorso ieri i migranti sul limitare delle acque internazionali in prossimità delle acque libiche, quindi aveva provato un primo ingresso a Lampedusa per rilasciare subito i migranti. Purtroppo il sovraffollamento del centro di accoglienza di Lampedusa ha richiesto un trasbordo delle persone, a bordo della nave “Diciotti” della Guardia costiera.

Ora i migranti sono già stati smistati nei centri di accoglienza del ragusano. Da segnalare che tra loro ci sono almeno 10 donne e alcuni bambini.

La Lega aveva chiesto lo stop allo sbarco

La Lega, attraverso i capigruppo alla Camera e al Senato, Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo, avevano chiesto al ministro dell’Interno Lamorgese di vietare lo sbarco:

“Ministro Lamorgese, altre decine di immigrati illegali – si legge nella richiesta – saranno trasferiti a Pozzallo con la nave Diciotti della Guardia costiera. Pensa di vietare lo sbarco o di far finta di nulla come da più di un mese a questa parte?”

104 migranti in attesa sulla Ocean Viking

Resta invece ancora in attesa di un porto sicuro dove attraccare la nave Ocean Viking con a bordo 104 migranti. La nave ha lanciato vari appelli, che per ora non sono stati accolti.

La nave è gestita dalle associazioni Sos Mediteranee e Medici senza frontiere e congiuntamente hanno richiesto a Italia e Malta di indicare “un luogo sicuro” per “facilitare lo sbarco il prima possibile”.

Difficile che Malta possa rispondere affermativamente alla richiesta della nave delle ong, dopo che ieri alcuni migranti hanno appiccato il fuoco in un centro di accoglienza maltese.

Correlati:

Migranti, nuovo sbarco fantasma a Lampedusa
Migranti, oggi altre 50 persone sbarcate in Salento
Migranti appiccano il fuoco in un centro di accoglienza a Malta - Video
Un porto sicuro per 104 migranti è la richiesta di Ocean Viking, 68 recuperati da Asso 29
Tags:
Lampedusa, Flusso migranti, Migranti, Accoglienza dei migranti
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik