Widgets Magazine
05:29 12 Novembre 2019
Polizia municipale italiana

"Furbetti" del cartellino anche tra i vigili urbani, incastrati dalle telecamere nascoste

© Sputnik . Наталья Селиверстова
Italia
URL abbreviato
6204
Seguici su

Accade a Genova: due vigili urbani sono stati sospesi dal servizio poiché colpevoli di aver falsificato orari di entrata e di uscita dal servizio. I due sono ora iscritti nel registro degli indagati per truffa ai danni dello Stato.

Sono due vigili urbani, prossimi ormai al pensionamento, gli ennesimi "furbetti" del cartellino, scovati stavolta dal comandante della Polizia Municipale di Genova. I due vigili avevano l'abitudine di indicare orari di entrata e uscita falsi, e anche quando il registro delle presenze cartaceo è stato sostituito dall'uso del badge elettronico, i due avevano trovato il modo per poter rincasare prima dal lavoro: uscivano in anticipo senza passare il badge, per poi utilizzare quest'ultimo in una sezione vicino casa che gli permetteva, risultando in orario, di uscire quasi un'ora prima della fine dell'orario di servizio.

Il comportamento dei due vigili urbani ha tuttavia insospettito i colleghi, che dopo numerosi episodi di assenze ingiustificate dei due durante l'orario di lavoro hanno deciso di comunicare i propri dubbi al comandante della Polizia Municipale. Il comandante, mostrandosi inflessibile nei confronti dei due vigili assenteisti, ha riposto inviando un report alla Procura

Dopo alcuni mesi di indagini effettuate con l'uso di telecamere nascoste, i due vigili, che fino a qualche giorno fa lavoravano nella sezione di Cornigliano, sono stati sospesi dal servizio non appena è stato ottenuto il nulla osta dalla magistratura per l'avvio del procedimento disciplinare, con il conseguente ritiro di tesserino e arma d'ordinanza e l'iscrizione nel registro degli indagati per il reato di truffa ai danni dello Stato.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik