Widgets Magazine
04:33 12 Novembre 2019
Google Italia

“OK Google, mi sono perso” - in Sardegna chiesto lo stop a Google Maps perchè disperde i turisti

© Foto : Collage
Italia
URL abbreviato
140
Seguici su

Il sindaco di Baunei sta tentando di porre fine all’uso di Google Maps da parte dei turisti nella zona dell’Ogliastra perché il servizio di informazioni geografiche online fornisce informazioni sbagliate sui sentieri della zona e induce i viaggiatori in errore disperdendoli tra le alture del Supramonte.

Dopo 144 chiamate di soccorso ed interventi dei soccorritori nel corso di un solo anno, il sindaco di Baunei ha deciso che è ora di trovare una soluzione, magari anche drastica.

Salvatore Corrias, sindaco del paesino di montagna nella provincia dell'Ogliastra, sta facendo il possibile per cercare di consigliare tutti i turisti di utilizzare le tradizionali mappe cartacee poiché già tanti visitatori hanno dovuto essere letteralmente salvati dai soccorritori dopo essere stati sviati dal noto servizio web.

Gli escursionisti si sono ritrovati loro malgrado su strade impraticabili della catena montuosa del Supramonte mentre cercavano di raggiungere le spiagge di sabbia bianca lungo la costa orientale dell'isola. Nell'ultimo anno, i vigili del fuoco e la squadra di soccorso alpino sono state chiamate in causa più di cento volte.

"Quello che succede è che la gente fa affidamento su Google Maps e poi si ritrovano in strade sterrate ed impraticabili”, ha detto Corrias nientemeno che al Guardian, tanto è diventata seria ed internazionale la questione.

“Dopo un po' i viaggiatori si rendono conto di non essere sulla strada giusta, e quindi dobbiamo andare a salvarli perché si rendono conto di essersi persi. Abbiamo avuto molti casi, soprattutto negli ultimi anni - sfortunatamente Google Maps non porta le persone nei luoghi in cui vorrebbero effettivamente andare".

La soluzione escogitata? Una serie di segnali stradali con la scritta: "Non seguire le indicazioni suggerite da Google Maps". Corrias ha messo in atto anche una vera e propria campagna di informazione sui social fornendo al contempo mappe cartacee.

​“Questo è diventato un vero problema. Non è possibile per noi vietarne l'utilizzo, quindi questo è un avvertimento: non utilizzare Google Maps perché finirai nel posto sbagliato”.

L'autorità locale ha dichiarato di aver informato Google che le sue indicazioni stavano conducendo le persone verso strade "improbabili". In risposta un portavoce di Google ha dichiarato: "Siamo a conoscenza del fatto che in Sardegna Google Maps sta indirizzando alcuni conducenti lungo strade che possono essere difficili da percorrere a causa del loro terreno. Attualmente stiamo studiando i modi in cui si possa avvisare meglio i conducenti di questo tipo di strade".

Tags:
Google, Google
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik