Widgets Magazine
05:30 12 Novembre 2019
Le tre scimmie sagge

84enne “cieca assoluta” per l’INPS dal 1998, colta a leggere e scrivere senza occhiali

© Foto : Pixabay
Italia
URL abbreviato
220
Seguici su

La guardia di finanza di Catanzaro ha eseguito nei confronti di un’anziana signora di 84 anni un decreto di sequestro di beni e disponibilità finanziarie per un valore complessivo di 263 mila euro, cifra corrispondente a quanto indebitamente sottratto alle casse pubbliche dalla falsa invalida in ben 21 anni.

Dopo attenta ed approfondita indagine, iniziata da segnalazione anonima e durata più di un anno, la guardia di finanza di Catanzaro è riuscita ad accertare che una signora di 84 anni, che percepiva la pensione di invalidità e l’indennità di accompagnamento riservate agli invalidi civili riconosciuti ‘ciechi assoluti’, era invece perfettamente in grado di vedere. Particolarmente colpiti devono essere rimasti gli agenti quando l’hanno vista firmare correttamente entro uno spazio ben ristretto e delimitato senza neppure l’ausilio degli occhiali.

Le fiamme gialle non hanno potuto quindi fare altro che denunciare l’anziana signora per il reato di truffa aggravata ai danni dello Stato e al gip del tribunale di Catanzaro su richiesta del sostituto procuratore della repubblica, Pasquale Mandolfino, emettere il decreto di sequestro dei beni.

Durante le operazioni di sequestro i finanzieri hanno fortunatamente potuto accertare che la signora aveva accumulato disponibilità liquide per oltre 200 mila euro, il che fa ben sperare che le casse statali possano recuperare effettivamente il maltolto.

Resta il problema dei falsi invalidi in Italia, fenomeno che, a seconda delle stime e delle fonti, riguarderebbero 100 mila casi per un costo totale che potrebbe aggirarsi sugli 8 miliardi di euro all’anno.

Tags:
INPS
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik