16:35 22 Novembre 2019
Contadino sul trattore nel campo agriolo

Arrestato imprenditore di Latina: sparava contro i braccianti per spronarli a lavorare

© Sputnik . Александр Кряжев
Italia
URL abbreviato
191
Seguici su

L'uomo, imprenditore di Latina, è al momento accusato dei reati di sfruttamento del lavoro, minaccia aggravata e anche di lesioni personali.

La vicenda si è svolta a Latina dove un imprenditore agricolo di 35 anni è stato arrestato dagli agenti del Commissariato di Terracina per sfruttamento nei confronti dei braccianti suoi sottoposti.

Secondo le indagini effettuate dagli agenti, l'imprenditore era solito, oltre alle condizioni degradanti in cui vivevano e al salario disumano che ricevevano, minacciare e aggredire i suoi lavoratori e, all'ennesimo licenziamento da parte di uno di loro, è entrato nell'alloggio dei braccianti sparando e ha puntato l'arma alla gola di uno dei lavoratori. A segnalare gli abusi dell'imprenditore sono stati cinque braccianti agricoli di origine indiana.

Al momento dell'arresto l'imprenditore non ha opposto resistenza. Adesso affronta un'arresto per numerosi capi d'accusa: sfruttamento del lavoro, minaccia aggravata con utilizzo di arma da fuoco (fucile a pompa), lesioni personali, detenzione abusiva di munizionamento, omessa denuncia di materie esplodenti.

Necessario eliminare il caporalato

"Non ho parole. E vorrei fosse chiaro fino in fondo che una delle ragioni per cui siamo chiamati a stroncare il caporalato è la degenerazione di ogni tipo a cui caporali e imprese senza scrupoli si sentono autorizzati. Ancora una volta ripeto: abbiamo un'ottima legge che va applicata per intero", queste le parole del ministro dell'Agricoltura Bellanova riguardo agli ultimi eventi "Crimini di questa natura non possono e non devono screditare un settore caratterizzato per la maggior parte da imprese sane e rispetto della dignità del lavoro. La legge va applicata fino in fondo anche per questo: difendere l'impresa sana" conclude il ministro.

La situazione in Italia

Non si tratta infatti del primo caso di sfruttamento di lavoratori in vari settori dell'impresa. Un altro episodio è stato riportato sabato a Mantova, dove due imprenditori sono stati arrestati per sfruttamento del lavoro: tenevano i loro operai rinchiusi in capannoni a lavorare dalle 10 alle 18 ore al giorno.

Concetto di caporalato

Il sistema del caporalato, una forma di intermediazione illecita che espone i lavoratori a gravi forme di sfruttamento, era inizialmente ristretto ai settori dell'agricoltura e dell'edilizia e diffuso nelle regioni meridionali. Negli ultimi anni le indagini delle forze dell'ordine e l'attività dell'ispettorato del lavoro, hanno svelato una diffusione capillare del fenomeno, che ha preso piede anche nelle regioni del nord ed è stato mutuato anche in altri settori.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik