03:31 20 Novembre 2019
World Wildlife Fund

Allarme estinzione per l'orso marsicano, il WWF in piazza Roma con 50 orsi di cartapesta

© flickr.com/ WWF-Canon Global Photo Network
Italia
URL abbreviato
0 21
Seguici su

Orsi di cartapesta davanti a Montecitorio in un flash mob organizzato dal Wwf. Gli orsi erano 50 e rappresentano la specie di Orso bruno marsicano, ritenuto in via d'estinzione data la presenza di soli 50 esemplari in Italia.

L'occupazione della piazza davanti a Montecitorio è avvenuta oggi ad opera del Wwf e di questi 50 orsi di cartapesta, posti a rappresentanza dei 50 esemplari di Orso bruno marsicano rimasti in Italia. L'obiettivo della manifestazione è quella di richiedere interventi che favoriscano il ripopolamento di questa specie animale e ne scongiurino l'estinzione.

"Chiedere alle istituzioni interventi concreti e risorse per scongiurare il rischio di estinzione, in coerenza con le azioni a tutela della biodiversità previste dal green new deal del governo", queste le parole dei rappresentanti dell'associazione ambientalista presenti in piazza oggi. 

L'orso marsicano (Ursus Arctos Marsicanus) è una sottospecie di orso bruno unica al mondo, che vive solamente in Italia, tra il parco nazionale D'Abruzzo, Lazio e il Molise, il parco nazionale della majella e le aree appenniniche limitrofe. Il Wwf ha deciso di dedicare il mese di ottobre all'orso, con la campagna orso 2X50, dedicato appunto al progetto di ripopolamento della specie: lo scopo è quello di riuscire a raddoppiare il numero di esemplari entro il 2050.

Varie proposte per gli interventi

​L'associazione richiede quindi a Parlamento e Governo la creazione di una legge speciale che istituisca, con un finanziamento di 6 milioni di euro, la rete ecologica dell'Appennino nei prossimi tre anni, così da poter migliorare le condizioni dell'habitat in cui vive l'orso. Inoltre si richiede, al ministero dell'ambiente, di ottenere fondi regolari e adeguati per progetti a favore dell'orso all'interno dei parchi nazionali.

Per quanto riguarda le regioni, le principali richieste sono indirizzate alla Regione Lazio e alla Regione Abruzzo: mentre alla prima si richiede l'istituzione del parco naturale dei monti ernici-simbruini, alla seconda l'associazione propone l'aumento del personale per la rete di monitoraggio orso.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik